Consigli per pizzeria da asporto

17 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

Salve ragazzi!

Ad aprile inizierò il corso per pizzaiolo e ho intenzione di aprire una piccola pizzeria da asporto (pizza classica), in un locale di circa 50 mq.
Volevo chiedervi un parere sulle attrezzature che ho selezionato per i preventivi.
Pensate che con un allestimento tale si possa iniziare?


Forno modulare a due camere cm 70x105x14.5; temperatura fino a 500°; alimentazione trifasica; cielo scoperto - platea in refrattario

Impastatrice a spirale da kg 18

Affettatrice inox

Tavolo refrigerato 3 ante più cassettiera neutra

Cassette per impasto

Frigo acciaio inox a 2 ante

Tagliamozzarelle

Lavello inox a 2 vasche

Bilancia digitale

Bilancina di precisione digitale

Impianto di aspirazione

Impianto Condizionatore (1 motore + 2 split)

Utensili vari (pale, spatole ecc…)


Vi ringrazio per i consigli e suggerimenti che vorrete darmi  [45]

Un salutone, Lorenzo


82.61.22.124

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

ciao
nn leggo il banco per il servizio..dove ci servi le pizza
il registratore di cassa..
la tramoggia per la farina..
comunque nn ti preoccupare fonziona sempre cosi..
manca sempre qualcosa..
pensa che nel mio locale..
al giorno d inaugurazione con il prete che benediceva il tutto..
c era ancora il falegname a montarmi le porte..
ciao
in bocca a lupo
mario's
87.11.64.176

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

Scusa Kermit, dov'è che fai il corso da pizzaiolo che sarei interessato anche io.
Grazie
213.140.18.132

Offline
Iscritto: 08/03/2010
per Robby63

Ciao Robby, ti ho risposto parzialmente nel mio penultimo post. Se mi dai un contatto privato posso darti qualche dettaglio in più.

un saluto, Lorenzo
82.51.22.62

Offline
Iscritto: 08/03/2010
per Robby63

Ciao lorenzo la mia email usq99@yahoo.it.
Ciao
213.140.18.132

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

CIAO
Prima di fare i vari preventivi ,fatti almeno 1o2 anni di esperienza , perchè non è cosi facile come sembra ,è un gran bel mestiere ma se si fà tanto per faro perdi solo del tempo  .
  TI FACCIO UN BOCCA AL LUPO (IL MIO è UN CONSIGLIO)
           
    CIAO MARIO1976
84.221.126.77

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

Ciao a tutti,

in effetti come hai giustamente notato Mario’s, mancano alcune voci importanti. Il registratore di cassa tuttavia, non l’ho incluso volutamente in questo elenco, perché volevo mettere solo gli  arredi propriamente tecnici. Per quanto riguarda il banco per il servizio non ho ancora deciso le dimensioni e la tipologia (…costano un botto!!!...molto più di quanto pensassi…), mentre la tramoggia per la farina ho effettivamente mancato di inserirla! Mea culpa!!!      [2]
Mille grazie per la segnalazione e dovessi trovare altre mancanze ti prego di farmele notare.

Per Robby63, il corso di pizzaiolo lo farò con grande probabilità a Cagliari.

Per Mario1976, un grazie per i tuoi consigli, che accolgo in modo positivo e trovo saggi. Assolutamente d’accordo con te che questo bellissimo mestiere, come peraltro qualsiasi lavoro, se fatto con competenza e serietà non sia facile. Io ho riflettuto molto su questa idea e sono animato da grande passione ed entusiasmo. Ho intenzione di frequentare un corso di formazione proprio per affrontare questo lavoro seguendo un razionale e con serietà. Quanto alla pratica sto facendo prove su prove e continuerò a farle, fino a che non sarò CERTO di offrire un prodotto di qualità e onesto.
Poi verrà la vendita.

Non mi avete però detto cosa pensate degli articoli che ho messo in elenco…per la tipologia di attività (pizza classica - solo asporto - locale di circa 50 mq) vi sembra vadano bene?

Ringrazio ancora tutti per la Vostra disponibilità e per i preziosi consigli.

Un salutone, Lorenzo [41]
82.53.23.241

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

CIAO
 
  COMPLIMENTI , FAI TUO QUESTO MESTIERE
    IN BOCCA AL LUPO
                                        MARIO1976
84.221.240.123

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

CIAO
Prima di fare i vari preventivi ,fatti almeno 1o2 anni di esperienza , perchè non è cosi facile come sembra ,è un gran bel mestiere ma se si fà tanto per faro perdi solo del tempo  .
  TI FACCIO UN BOCCA AL LUPO (IL MIO è UN CONSIGLIO)
           
    CIAO MARIO1976
84.221.126.77

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

.

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

Ciao a tutti,

in effetti come hai giustamente notato Mario’s, mancano alcune voci importanti. Il registratore di cassa tuttavia, non l’ho incluso volutamente in questo elenco, perché volevo mettere solo gli  arredi propriamente tecnici. Per quanto riguarda il banco per il servizio non ho ancora deciso le dimensioni e la tipologia (…costano un botto!!!...molto più di quanto pensassi…), mentre la tramoggia per la farina ho effettivamente mancato di inserirla! Mea culpa!!! [2]     
Mille grazie per la segnalazione e dovessi trovare altre mancanze ti prego di farmele notare.

Per Robby63, il corso di pizzaiolo lo farò con grande probabilità a Cagliari o in alternativa a Roma. Si tratta di corsi intensivi di 40 ore...teoria e pratica.

Per Mario1976, un grazie per i tuoi consigli, che accolgo in modo positivo e trovo saggi. Assolutamente d’accordo con te che questo bellissimo mestiere, come peraltro qualsiasi lavoro, se fatto con competenza e serietà non sia facile. Io ho riflettuto molto su questa idea e sono animato da grande passione ed entusiasmo. Ho intenzione di frequentare un corso di formazione proprio per affrontare questo lavoro seguendo un razionale e con serietà. Quanto alla pratica sto facendo prove su prove e continuerò a farle, fino a che non sarò CERTO di offrire un prodotto di qualità e onesto.
Poi verrà la vendita.

Non mi avete però detto cosa pensate degli articoli che ho messo in elenco…per la tipologia di attività (pizza classica - solo asporto - locale di circa 50 mq) vi sembra vadano bene?

Ringrazio ancora tutti per la Vostra disponibilità e per i preziosi consigli.

Un salutone, Lorenzo  [41]
82.53.23.241

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Consigli per pizzeria da asporto

Per il banco di servizio te lo poi fare da solo in muratura..
fai una cosa carina.. chiudi con vetri .. vedi tu
andresti a risparmiare qualcosina...
penso che bene o male ci sono tutti i macchinari che ti devono servire..
una altro consiglio.. secondo me' poi vedi come procede il lavoro io integrerei con qualcosaltro..
solo ed esclusivamente pizza..
le bibite??
un po di frittura ?'
qualche panozzo ??
tutto aiuta a fine mese.
ciao
mario's
82.57.16.221

Offline
Iscritto: 08/03/2010
per Mario's

Ciao Mario’s, l’idea sarebbe quella di iniziare con la pizza classica e pian piano di integrare con i panuozzi; anche l’idea del trancio è ottima ma preferisco iniziare con gradualità, valutando il carico di lavoro. Considera poi che al banco di lavoro sarei da solo e avrei solo una dipendente al servizio…
Ampliare l’offerta sicuramente ripaga però si ricollega alla necessità di una bella vetrina con piano riscaldato…ho visto un po’ di prezzi e mi è venuto un collasso ipotensivo!!! ...i prossimi anni si prefigurano debiti e sudore!!!  [2]

Mille grazie per i tuoi consigli, ciaooo

Lorenzo

82.51.22.62

Ritratto di Zucchino
Offline
Iscritto: 08/03/2010
per Mario's

Mi chiedevo se soprattutto per chi inizia questa "eccitante" ma a quanto pare difficoltosa e rischiosa attivita' non sia piu' "soft" cominciare con un locale che venda solamente pizza al piatto da asporto, pizza al taglio ed in piu' qualche bibita (Nel classico frigo a parete) tipo birra, coca, aranciata.

Ciao, Zuc.
87.18.203.254

Offline
Iscritto: 08/03/2010
per Zucchino

Ciao Zucchino, la pizza al taglio, ha un ottimo margine ma è un prodotto che a me personalmente non piace e pertanto la escludo. Inoltre devi tenere in considerazione – volente o nolente – del trend del mercato locale – regionale, onde chiaramente offrire il prodotto maggiormente richiesto dai clienti.
Per quanto posso osservare nella mia realtà regionale, la soluzione ideale è quella di pizza classica da asporto la sera e trancio e panuozzi all’ora di pranzo…soprattutto se l’attività è posta vicino a uffici, scuole…ecc…

Quanto alle diffoltà di questo bellissimo lavoro, ripeto…credo siano assimilabili a qualsiasi lavoro che richiede competenze specifiche…se fatto bene e onestamente.

I rischi d’altra parte, quando si intraprende la strada del lavoro autonomo sono sempre da mettere in preventivo. Non sono portato a sottostimare i rischi, tutt’altro…sarei un folle…però se si ha paura non si inizia niente.
Considera che da ora alla prevista apertura del locale mi sono preso 10 mesi di tempo…tempo in cui farò il corso, uno studio di fattibilità ben fatto, il business plan e…ultima ma prima in ordine di importanza…la cosiddetta gavetta.

Cordialità, Lorenzo

82.51.22.62

Offline
Iscritto: 08/03/2010
nuova attivita'

Ciao Lurenzo, intanto un grossissimo in bocca al lupo e tantissimi auguri.
La mia domanda è rivolta a tutti, ma non c'è la posibita' di accedere attroverso la propria banca e per mezzo delle categorie di appartenenza nel caso specifico l'artigianato, a dei prestiti a tasso agevolato, da restituira in cinque o dieci anni ? ciao



                          [36]              sicilianodoc4133@tiscali.it
87.11.167.193

Offline
Iscritto: 08/03/2010
nuova attivita'

Ciao Sicilianodoc4133, ti parlo della mia situazione. Ho scelto di iniziare un’attività chiedendo un finanziamento per lavoro autonomo da restituire in 5 anni, in rate trimestrali. Si tratta del vecchio “prestito d’onore”. È previsto per alcune regioni, a basso livello di occupazione. Penso che la Sicilia rientri tra le suddette. È una forma di “agevolazione” ideata appunto per favorire il settore del lavoro autonomo. Spero di esserti stato di aiuto.

Un saluto a te e alla tua splendida Sicilia, dove ho avuto la fortuna di vivere per un anno, Lorenzo

82.51.22.62