Attrezzature essenziali per aprire una pizzeria

24 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Offline
Iscritto: 22/05/2012
Attrezzature essenziali per aprire una pizzeria

Salve a tutti, accarezzando l'idea di mettermi in proprio stavo pensando..

Tipo di pizzeria: Portar via/ Consegne a domicilio
 

Attrezzature essenziali:

-Forno;
-Piano di lavoro in marmo;
-Cella + frigorifero;

-Impastatrice;

-Friggitrice;

 

Mi chiedevo..

- Ho dimenticato qualcosa di essenziale?

- I forni a gas, hanno bisogno della canna fumaria?

- Non avendo bisogno della canna fumaria, potrei aprire in qualsiasi locale commerciale o ad esempio deve essere idoneo (uscite di sicurezza, metratura minima, ecc..)?

Ritratto di Osvy
Offline
Iscritto: 26/01/2012
x

Pizza-maker ha scritto:

Salve a tutti, accarezzando l'idea di mettermi in proprio stavo pensando..

Tipo di pizzeria: Portar via/ Consegne a domicilio
 

Attrezzature essenziali:

-Forno;
-Piano di lavoro in marmo;
-Cella + frigorifero;

-Impastatrice;

-Friggitrice;

 

Mi chiedevo..

- Ho dimenticato qualcosa di essenziale?

- I forni a gas, hanno bisogno della canna fumaria?

- Non avendo bisogno della canna fumaria, potrei aprire in qualsiasi locale commerciale o ad esempio deve essere idoneo (uscite di sicurezza, metratura minima, ecc..)?

Se monti un gas,di canne,te ne serviranno 2,una per il forno e 1 per  gli scarichi delle cappe,mentre montando un elettrico potrai utilizzare la stessa,anche per il forno.Altrochè se hai dimenticato,ad esempio i frigoriferi,il cutter per la mozzarella ,verdure ecc,una bilancia per pesare,tutte le attrezzature,minori,le teglie,cassette,carrello x teglie,ecc,quando avrai finito,dovrai ricominciare,tavoli di servizio,mica vorrai fare tutto sul tavolo da lavoro,ma ce l'hai una idea di pizzeria o non lo hai mai fatto il pizzaiolo?

Ritratto di Osvy
Offline
Iscritto: 26/01/2012
x

cosvaldo48 ha scritto:

Pizza-maker ha scritto:

Salve a tutti, accarezzando l'idea di mettermi in proprio stavo pensando..

Tipo di pizzeria: Portar via/ Consegne a domicilio
 

Attrezzature essenziali:

-Forno;
-Piano di lavoro in marmo;
-Cella + frigorifero;

-Impastatrice;

-Friggitrice;

 

Mi chiedevo..

- Ho dimenticato qualcosa di essenziale?

- I forni a gas, hanno bisogno della canna fumaria?

- Non avendo bisogno della canna fumaria, potrei aprire in qualsiasi locale commerciale o ad esempio deve essere idoneo (uscite di sicurezza, metratura minima, ecc..)?

Se monti un gas,di canne,te ne serviranno 2,una per il forno e 1 per  gli scarichi delle cappe,mentre montando un elettrico potrai utilizzare la stessa,anche per il forno.Altrochè se hai dimenticato,ad esempio i frigoriferi,il cutter per la mozzarella ,verdure ecc,una bilancia per pesare,tutte le attrezzature,minori,le teglie,cassette,carrello x teglie,ecc,quando avrai finito,dovrai ricominciare,tavoli di servizio,mica vorrai fare tutto sul tavolo da lavoro,ma ce l'hai una idea di pizzeria o non lo hai mai fatto il pizzaiolo?

Lavello,scolapiatti,pensili in acciaio x ingredienti,scaffali x magazzino, impianto elettrico a norma,idrico di immissione ed aspirazione,e poi in bagno,armadio spogliatoio,attrezzature x sapone,carta asciugamani,igienica,ecc.Mah pensi sia semplice,poi le pratiche burocratiche,te le fanno gratis?,che pensavi,2-3 macchinette e via?,non farmi ridere,possibile tu non abbia idea a cosa andrai incontro?

Offline
Iscritto: 22/05/2012
Mah

Ma possibile che parti sempre in quarta tu?

Ho scritto Attrezzature essenziali non uniche attrezzature con le quali mandare avanti la baracca.

Ovvio che bisogna affiancarci un lavello, un'affettatrice, una macchina per tagliuzzare la mozzarella e le verdure, una grattugia per il formaggio, le pale per il forno,  le spazzole per pulirlo, le cassette per l'impasto, i carrelli per le cassette, scaffali, bagno, arredamento in generale, e chi più ne ha più ne metta.. 

Tutte queste, sono comunque attrezzature in qualche modo "accessorie", nel senso che non sono strettamente legate alla riuscita dell'attività, bensì aiutano e facilitano non di poco il compito. Per intenderci, ci si può pure arrangiare senza affettatrice e sminuzzatrice di mozzarella.. Ci si metterebbe un'ora solo per preparare affettati e mozzarella poi, ma nulla mi vieta di farne a meno!

I frigorigeri non li ho dimenticati, dato che ho scritto "cella+frigorifero".

Poi scusa ma non ho parlato di costi.. Quindi da dove esce il tuo "poi le pratiche burocratiche,te le fanno gratis?"???

 

 

L'hai detto tu stesso.. "tutte le attrezzature,minori".. Io parlavo delle essenziali invece.. Se elencassi TUTTI gli utensili del mestiere non finirei più, ma è scontato che in una pizzeria serva molta più roba..

Ricapitolando:

Per una pizzeria, l'ESSENZIALE, è composto da:

- Forno
- Piano di lavoro in marmo
- Celle e frigoriferi
- Impastatrice
- Friggitrice
- Lavello
- Bagno (è ovvio che in bagno ci vada il sapone e la carta igenica.. Che le elenco a fare?)
- Lavastoviglie
- Scolapiatti (che a me comunque non serve, dato che non ho piatti ma cartoni, visto che consegno a domicilio e in loco faccio solo a portar via)

Attrezzatura minore:

- Piani d'appoggio ausiliari oltre al piano di lavoro
- Cassette per l'impasto e relativi carrelli
- Vasche e vaschette per gli ingredienti
- Taglia mozzarella/verdure
- Affettatrice
- Griglia o fornetto elettrico per preparazione ingredienti
- Tritatutto per passare il pomodoro
- Apri barattoli
- Utensili per il forno (dimmi tu che li metto a fare questi dato che è scontato che non inforno con le mani..)
- Cutter rotondo per tagliare le pizze (stessa cosa di sopra)
- Scaffalature e mobili vari

Evito di aggiungere il resto che tanto credo avrai capito cosa intendo! :P

Ritratto di Osvy
Offline
Iscritto: 26/01/2012
x

Pizza-maker ha scritto:

Ma possibile che parti sempre in quarta tu?

Ho scritto Attrezzature essenziali non uniche attrezzature con le quali mandare avanti la baracca.

Ovvio che bisogna affiancarci un lavello, un'affettatrice, una macchina per tagliuzzare la mozzarella e le verdure, una grattugia per il formaggio, le pale per il forno,  le spazzole per pulirlo, le cassette per l'impasto, i carrelli per le cassette, scaffali, bagno, arredamento in generale, e chi più ne ha più ne metta.. 

Tutte queste, sono comunque attrezzature in qualche modo "accessorie", nel senso che non sono strettamente legate alla riuscita dell'attività, bensì aiutano e facilitano non di poco il compito. Per intenderci, ci si può pure arrangiare senza affettatrice e sminuzzatrice di mozzarella.. Ci si metterebbe un'ora solo per preparare affettati e mozzarella poi, ma nulla mi vieta di farne a meno!

I frigorigeri non li ho dimenticati, dato che ho scritto "cella+frigorifero".

Poi scusa ma non ho parlato di costi.. Quindi da dove esce il tuo "poi le pratiche burocratiche,te le fanno gratis?"???

 

 

L'hai detto tu stesso.. "tutte le attrezzature,minori".. Io parlavo delle essenziali invece.. Se elencassi TUTTI gli utensili del mestiere non finirei più, ma è scontato che in una pizzeria serva molta più roba..

Ricapitolando:

Per una pizzeria, l'ESSENZIALE, è composto da:

- Forno
- Piano di lavoro in marmo
- Celle e frigoriferi
- Impastatrice
- Friggitrice
- Lavello
- Bagno (è ovvio che in bagno ci vada il sapone e la carta igenica.. Che le elenco a fare?)
- Lavastoviglie
- Scolapiatti (che a me comunque non serve, dato che non ho piatti ma cartoni, visto che consegno a domicilio e in loco faccio solo a portar via)

Attrezzatura minore:

- Piani d'appoggio ausiliari oltre al piano di lavoro
- Cassette per l'impasto e relativi carrelli
- Vasche e vaschette per gli ingredienti
- Taglia mozzarella/verdure
- Affettatrice
- Griglia o fornetto elettrico per preparazione ingredienti
- Tritatutto per passare il pomodoro
- Apri barattoli
- Utensili per il forno (dimmi tu che li metto a fare questi dato che è scontato che non inforno con le mani..)
- Cutter rotondo per tagliare le pizze (stessa cosa di sopra)
- Scaffalature e mobili vari

Evito di aggiungere il resto che tanto credo avrai capito cosa intendo! :P

Se è per questo potrei partire anche in quinta o sesta,ora ti stai spiegando meglio,se scrivi anche uscita di sicurezza,porti la gente fuori strada,cosa se ne fa una pizzeria d'asporto di una uscita di sicurezza,caratteristica,notoriamente legata ai locali pubblici,è così assurdo per chi legge ciò,pensare di trovarsi di fronte un tipo che con il mestiere non è introdotto,e quindi confuso?,ti sembra così strano equivocare?,sappi che chi legge,non è nella testa di chi scrive,quindi,non ti scaldare troppo,che se non lo sai,chi ti risponde,lo fà in maniera gratuita e disinteressata,mettendo a disposizione consigli,che ti faranno però nella stragrande maggioranza dei casi,risparmiare tempo e danaro.Quì finisco e ti saluto.

Ritratto di il rusticone
Offline
Iscritto: 11/04/2011
Pizza-maker ha scritto: Salve

Pizza-maker ha scritto:

Salve a tutti, accarezzando l'idea di mettermi in proprio stavo pensando..

Tipo di pizzeria: Portar via/ Consegne a domicilio
 

Attrezzature essenziali:

-Forno;
-Piano di lavoro in marmo;
-Cella + frigorifero;

-Impastatrice;

-Friggitrice;

 

Mi chiedevo..

- Ho dimenticato qualcosa di essenziale?

- I forni a gas, hanno bisogno della canna fumaria?

- Non avendo bisogno della canna fumaria, potrei aprire in qualsiasi locale commerciale o ad esempio deve essere idoneo (uscite di sicurezza, metratura minima, ecc..)?

ciao

secondo me dovresti x forza inserire laffettarice è uno strumento che ti serve x forza (cotto.salumi vari e salsiccia vanno affettati )

x il discorso mozzarella invece puoi farne a meno se decidi di usare la fiordilatte altrimenti puoi usare limpastatrice x tritare la mozzarella dei miei colleghi fanno cosi.

volevo dirti non ti arrabbiare con osvaldo lui è qui è  da  consigli in base alla sua esperienza, poi sta a te seguirli o ignorarli.

un saluto Gianni

cmq x la canna è obbligatoria x la friggitrice altrimenti dovresti usare una centralina filtri ( che pure ha il suo costo)

poi dipende da dove hai il locale

di solito il condominio crea sempre problemi vedi prima di prendere il locale questo è molto importante x non avere soprese.

Offline
Iscritto: 22/05/2012
Io non mi sono arrabbiato e

Io non mi sono arrabbiato e ne tanto meno sono agitato. Mi pare solo assurdo che non si capiscano domande tanto semplici..

Come si fa ad equivocare una domanda del genere "potrei aprire in qualsiasi locale commerciale o ad esempio deve essere idoneo?"?

Con la domanda chiedevo proprio se servissero accorgimenti particolari come ad esempio un'uscita di sicurezza. La pizzeria sarebbe comunque un luogo pubblico visto che ci entrerebbero i clienti e sarebbe anche a rischio incendio essendoci il forno costantemente acceso. E' stato tanto innaturale chiedere se il posto ha bisogno di qualche accorgimento per essere ritenuto a norma??
 

Comunque ho capito le attrezzature che servono. Quindi vi chiedo, per la canna fumaria, se il posto ne è sprovvisto, come ci si comporta per metterla? (permessi comunali, condominiali, ecc..)

Grazie!
 

Ritratto di Osvy
Offline
Iscritto: 26/01/2012
x

Pizza-maker ha scritto:

Io non mi sono arrabbiato e ne tanto meno sono agitato. Mi pare solo assurdo che non si capiscano domande tanto semplici..

Come si fa ad equivocare una domanda del genere "potrei aprire in qualsiasi locale commerciale o ad esempio deve essere idoneo?"?

Con la domanda chiedevo proprio se servissero accorgimenti particolari come ad esempio un'uscita di sicurezza. La pizzeria sarebbe comunque un luogo pubblico visto che ci entrerebbero i clienti e sarebbe anche a rischio incendio essendoci il forno costantemente acceso. E' stato tanto innaturale chiedere se il posto ha bisogno di qualche accorgimento per essere ritenuto a norma??
 

Comunque ho capito le attrezzature che servono. Quindi vi chiedo, per la canna fumaria, se il posto ne è sprovvisto, come ci si comporta per metterla? (permessi comunali, condominiali, ecc..)

Grazie!
 

comincia ad andare da un'avvocato.

Ritratto di alvaro
Offline
Iscritto: 08/03/2010
essenziale

prova

Ritratto di alvaro
Offline
Iscritto: 08/03/2010
essenziale

Diventa essenziale tutto ciò che rende possibile il buon andamento commerciale della tua attività, altrimenti potresti fare a meno di un forno professionale e cuocere le pizze nel g3 ferrari che se cuoci una pizza alla volta il lavoro lo fai lo stesso! piuttosto che usare l'impastatrice pui sempre impastare a mano! vedi se poi a conti fatti fra tempo impiegato e ricavi ti conviene. Pertanto parlando di essenziale per poter svolgere al meglio la tua attività, dovrai metterci sicuramente un'altro tavolo di appoggio in acciaio meglio se sportellato, l'affettatrice, la bilancia, la cappa aspiratrice,  gli scaffali per la merce in magazzino, la vetrina frigo per banco ingredienti, la pedana per stoccaggio farine, gli armadietti spogliatoi ( altrimenti non puoi aprire se non ci sono!) ecc.

Pertanto io direi che non  sarà essenziale la lavastoviglie e il trita mozzarella! il resto è tutto essenziale anche le palette per pulizia del forno perchè sarebbe impensabile non pulirlo in quanto  andando per le lunghe farai un nuovo tipo di pizze e cioè le marocchine!  quindi ciò che può sembrarti accessorio per poter lavorare e avere l'autorizzazione diventa essenziale tipo il porta rotolo carta che non sarà una tua scelta ma anche quello sarà essenziale averlo per la asl.  Ciao

Pertanto parlando di investimento essenziale calcola almeno 20,000 eurini stando stretto stretto con attrezzature super economiche.

Se parliamo di asporto non'c'è bisogno di uscita di sicurezza, certo che se la canna non c'è devi chiedere al condominio e devi aspettare risposta scritta, altrimenti contatta margot forni che lavorano senza canna! e quindi il preventivino di cui sopra già va afarsi fottere perchè costano intorna ai 14,000 mila eurini

Ritratto di 8antonello8x
Offline
Iscritto: 10/01/2011
x pizzamaker

 per la canna fumari dipende dal comune,alcuni la vogliono altri no

poi c'e' anche i condomini che molte volte rompono le palle per metterla

il locale non puo' essere uno qualunque dentro il laboratorio ci devono essere per esmpio le mattonelle che devono essere lavabili,l'uscita di sicurezza che io sappia non serve

 poi per il problema incendi ti verranno messi gli estintori nel locale

ciao

Ritratto di giuseppe falbo
Offline
Iscritto: 22/07/2011
ciao a tutti... t do un

ciao a tutti...

t do un consiglio spassionato. l'idea è buona ma dal pensarla alla realizzaione, tra una cosa e l'altra volano almeno 6 mesi, io dopo un anno di ricerche e preventivi sto incominciando, tanto peggio se il locale è un "semplice" commerciale. bisognerà prima di ogni cosa rivoltarlo come un calzino perchè, come t hanno detto, ogni comune ha le sue regole senza contare gli stramaledetti vicini (sono riusciti a farmi chiudere alla precedente esperienza, bar-rist.-pizz. perchè la gente fa casino perchè i fumi e gli odori perchè in località montana con forte turismo alle 8 si deve dormire e giù multe e controlli con conseguenti liti tra soci e soldi che nn bastavano mai ma andate a cagare) e di conseguenza andranno adattati impianto elettrico gli scarichi quello del gas, poi c sono gli arredamenti per la parte in "vista" dove stanno i clienti con relativi colori pitture idonee in base alle leggi, a questo punto devi metterci dentro l'attrezzatura, si quelle che tu indichi sono proprio quelle base ma fidati che tutto il resto è fondamentale per nn passare 23 ore al giorno dentro alla tua attività solo per preparare e pulire, quindi un buono studio dettagliato di quello che t serve nn fa male, anzi se hai l'occasione e la possibilità di andare a vedere come funziona una pizz. per asporto fallo, alla fine c resti male perchè in conclusione si tratta di una cucina da ristorante sottodimensionata...spesa per un locale da 0 almeno 50000€ all inclusive se 6 bravo e nn t fai truffare da qualche faccia di merda. e arrivi a questa cifra con attrezzatura sicuramente di qualità ma certamente nn con forni da 15000 e affettatrici berkel..

se vuoi qualche dettaglio in più basta che chiedi ho tutti i preventivi in mano perchè sto facendo la stessa cosa. però occhio..se hai esperienza, magari anche poca tipo una o 2 stagioni, questo è sicuramente un bel colpo di testa ma se parti da appassionato senza neanche un minimo corso di base il rischio è alto, ma se c'hai le spalle larghe buttati che a suon di sbattere la testa qualcosa si combina..

in culo alla balena

Offline
Iscritto: 22/05/2012
Ciao Giuseppe grazie per le

Ciao Giuseppe grazie per le dritte! Sicuramente è un progetto che metterò in atto non nell'immediato, causa mancanza fondi..
 

Mi sembra di aver capito che per l'idea che ho in mente, ovvero di una semplice pizzeria take away e consegne a domicilio, che fa SOLO pizze, le attrezzature che mi servono per stare tranquillo e lavorare abbastanza bene sono:

Forno, piani da lavoro, cassette impasto + carrelli, bancone refrigerato + vaschette ingredienti, affettatrice, impastatrice, sminuzzatrice per verdure e mozzarella, un piano cottura a gas + relativa cappa aspirante, frigorifero, cella, bilancia, lavello, scaffali per il magazzino, pedana per stoccaggio farine, spogliatoi per il personale.

Il locale, per essere idoneo, deve essere munito di:

- Canna fumaria per forno e cappa (non ho capito se posso usare la stessa per entrambi);
- Lavello per stoviglie;
- Bagno (il quale farà anche da spogliatoio e conterrà gli armadietti per il personale, giusto?);

- Impianto elettrico a norma (che si intende per "a norma"?)
- Allaccio al gas a norma (anche qui, che si intende "per a norma"?)
- Scarichi a norma (ma quali scarichi? Del lavello e del bagno?)
- Mattonelle lavabili (cioè???????)

Domande:
- Dimentico ancora qualcosa?
- La vetrina frigo per banco ingredienti non posso evitarmela?
 

Grazie a tutti!
 

Ritratto di giuseppe falbo
Offline
Iscritto: 22/07/2011
...si per esempio

...si per esempio inizialmente una mensola per appoggiare le vaschette è sufficiente, poi per il "norma" si intende la portata degli impianti, per esempio possono variare dai 20 ai 30 kw, i fuochi possono essere sostituiti da piastre ad induzione elettriche o farne a meno perchè alla fine le verdure puoi passarle al forno, idem per i taglia verdure, una bella lama d un pò di confidenza con i coltelli, mozzarella o fai lo stesso discorso delle verdure o la compri cubettata, la cappa dipende dal forno se elettrico con un impianto di aspirazione fai tutto, per fiamma/legno e gas il recupero fumi diventa più impegantivo...cmq se decidi un budjet approssimativo e vai da qualche fornitore serio e gli dici che oltre quella cifra nn si fa nulla soluzioni ne trovano a mille tra attrezzatura usata e nuova...poi visto che nn sei a caccia immediata fai ricerche online di cessioni locali...io a culo ho trovato così..stavo cercando un locale vuoto, come nella tua idea, leggendo un annuncio per una paese del pordenonese ho telefonato ed il personaggio mi ha detto che quel specifico locale era stato venduto ma ne aveva in mano uno pronto appena chiuso, preso l'appuntamento fatte 2 parole visto che dentro era tutto apposto con certificati degli impianti e tutto quello che serve, mi sono tolto un sacco di fastidi e devo solo finire il locale con le minuterie riattivare la corrente e l'affare è fatto...per inciso: 25000€ per la cessione poi vanno aggiunte le altre spese ma conto di chiudere il tutto a massimo 30/35000€ con una piccola cifra di sucurezza iniziale per i primi ordini...ora le attese sono quelle della banca che deve deliberare il prestito ma per mia fortuna nn c sono fastidi solo tempi per la mia voglia troppo lunghi, fosse per me sarei già dentro..

in culo alla balena

Ritratto di giuseppe falbo
Offline
Iscritto: 22/07/2011
per bagni ed impianti chiedi

per bagni ed impianti chiedi a qualche geometra se conosci o, come nel mio caso, all'immobiliare proprietaria dei muri...con la velocità con cui cambiano le norme è difficile stargli dietro per i professionisti figurati per un nn addetto ai lavori

Offline
Iscritto: 22/05/2012
- Ah quindi per portare a

- Ah quindi per portare a norma l'impianto elettrico si intende alla portata di kw! Io credevo che andasse rifatto tutto il cablaggio nel muro, cambiate le prese e cose così! Come si fa a portare a norma l'impianto?

- E per l'impianto del gas invece? In che consiste il portarlo a norma? (che poi potrei anche farne a meno del gas fondamentalmente)

- Per mattonelle lavabili cosa si intende? 

- Ma non c'è un ufficio, per esempio al comune, nel quale andare a chiedere informazioni aggiornate in merito? Almeno mi evito la trafila di specialisti e vado sul sicurissimo..

- Come hai fatto per il prestito? Io al momento, essendo disoccupato, vedo difficile l'idea che me ne concedano uno da 30000€..

Grazie infinite!!

Ritratto di il rusticone
Offline
Iscritto: 11/04/2011
informazioni

[quote=Pizza-maker]

- Ah quindi per portare a norma l'impianto elettrico si intende alla portata di kw! Io credevo che andasse rifatto tutto il cablaggio nel muro, cambiate le prese e cose così! Come si fa a portare a norma l'impianto?

- E per l'impianto del gas invece? In che consiste il portarlo a norma? (che poi potrei anche farne a meno del gas fondamentalmente)

- Per mattonelle lavabili cosa si intende? 

- Ma non c'è un ufficio, per esempio al comune, nel quale andare a chiedere informazioni aggiornate in merito? Almeno mi evito la trafila di specialisti e vado sul sicurissimo..

- Come hai fatto per il prestito? Io al momento, essendo disoccupato, vedo difficile l'idea che me ne concedano uno da 30000€..

Grazie infinite!!

ciao il problema GROSSO SECONDO ME è IL PRESTITO,SENZA REDDITO SARA UN PO DIFFICILE A MENO CHE NO TROVI UN GARANTE.CMQ DOVRESTI INFORMARTI UN PO SE CE QUALCHE PRESTITO AGEVOLATO ,VAI DA QUALCHE ASSOCIAZIONE (CONFARTIGIANATO O CONFCOMMERCIO X QUALCHE DRITTA)

POI X TUTTE LE INFORMAZIONI RIGUARDANTI LE CARATTERISTICHE DI COME DEVE ESSERE IL LOCALE X SVOLGERE LATTIVITA DOVRESTI ANDARE AL COMUNE DI APPARTENZA ALLUFFICIO COMMERCIO E ARTIGIANATO,LORO DOVREBBERO DARTI TUTTE LE INFORMAZIONI DEL CASO.

è MEGLIO INFORMARSI PRIMA DI QUALSIASI COSA X EVITARE PROBLEMI .

UN SALUTONE GIANNI

 

Ritratto di giuseppe falbo
Offline
Iscritto: 22/07/2011
concordo con

concordo con rusticone...almeno dalle mie parti la sede ascom/confcommercio mi è di grande aiuto, ad esempio nella prov. di pordenone dicono lavorino meglio gli artigiani...bussa a tutte le porte e dove troverai gente disposta a dare consigli e nn a vendere corsi fermati e sfruttali..io ho fatto così e mi sono fermato all'ascom, mi stanno aiutando su tutto dalle pratiche, vedi dal controllo e verifica contratti all'indicazione dell'ufficio comunale per specifici problemi, per i soldi in genere c sono fidicommercio o fidimpresa che hanno uffici nelle stesse sedi delle associazioni, però effettivamente il problema garanzie nn è cosa da poco..2 esempi di prestiti

1_veneto: fino ad un massimo di 200.000€ 15% a fondo perduto del restante metà a tasso 0 e l'altra a tasso super aggevolato (imprenditoria giovanile fino a 33 anni)

2_friuli: per i residenti da almeno 2 anni su cifre massime di 30.000€ 50% a fondo perduto il restante a tasso di mercato

il garante per lo meno formale solo in veneto, in friuli nn serviva però nn era garantita l'approvazione

cmq vai e chiedi generalmente sono tutti disposti a dare informazioni, appena chiedono la frequentazione di corsi bloccali che tanto c'è sempre tempo per farli o comunque una scappatoia, come nel caso del REC, si trova sempre, ma sono dettagli lunghini da spiegare quindi faccia di bronzo e vai a far giustificare i loro stipendi.

in culo alla balena

Offline
Iscritto: 17/06/2012
 salve a tutti chi vi scrive

 salve a tutti chi vi scrive premetto è un'ignorante in materia!!! leggendo i vs post mi è sembrato di capire che per aprire un pizzeria d'asporto (lasciamo perdere una con somministrazione) occorrono circa 20.000 € stando molto abbottonati, ma calcolando che ci sono diversi locali che hanno chiuso, e acuistare le attrezzature non importanti come i forno che penso sia meglio nuovo di trinca con garanzia, le altre cose prenderle usate no?? tanto da ridurre un po il budget???? cosa ne pensate??? ciao a tutti

Ritratto di il rusticone
Offline
Iscritto: 11/04/2011
attrezzatura usata

robverg2 ha scritto:

 salve a tutti chi vi scrive premetto è un'ignorante in materia!!! leggendo i vs post mi è sembrato di capire che per aprire un pizzeria d'asporto (lasciamo perdere una con somministrazione) occorrono circa 20.000 € stando molto abbottonati, ma calcolando che ci sono diversi locali che hanno chiuso, e acuistare le attrezzature non importanti come i forno che penso sia meglio nuovo di trinca con garanzia, le altre cose prenderle usate no?? tanto da ridurre un po il budget???? cosa ne pensate??? ciao a tutti

ciao

se è in buone condizioni xche no.cosi risparmi un sacco di soldini.

Offline
Iscritto: 20/08/2017
Forno, il Cuore

Salve a tutti, e grazie per questo Forum, sia al fondatore che ai partecipanti! Ho letto un bel po' qua e là e c'è un vero spirito di condivisione ed aiuto a chi bussa!

Ho un po' di anni do commercio sulle spalle e negli ultimi anni sono diventato un cuoco in luoghi di volontariato ed ho scoperto una nuova passione.

Sto facendo uno studio di fattibilità per aprire una pizzeria ma non in Italia (l'attuale panorama sociale e politico non lo vedo molto favorevole alle nuove attività), sto valutando il nord Europa.

Al momento sto facendo ricerche sull'attrezzatura necessaria e quella ancor più necessaria nella fase iniziale dì apertura (intendo lo stretto necessario per iniziare i primi mesi poi, man mano investirò di più se... c'è la "ciccia"!)

Ho fatto una ricerca sui forni, il cuore della pizzeria come sapete meglio di me (voi veterani del Forum).

Ho trovato molto interessante il forno Genius Margot per evitare di installare la canna fumaria. Ho letto il sito ed il depliant che mi hanno inviato per email, parlano solo del favoloso filtro installato ma non c'è un solo accenno alle caratteristiche del forno (refrattario o no, temperature differenziate cielo e terra, quante teglie/pizze entrano ecc,). Vorrei chiedere se qualcuno conosce questo forno e cosa ne pensa.

Sono orientato al forno elettrico.

Grazie per una risposta

 

FrankOUT

Offline
Iscritto: 20/08/2017
vorrei aggiungere un'altra

vorrei aggiungere un'altra domanda: quale potrebbe essere un forno elettrico che un vecchio volpone di pizzeria comprerebbe?

FrankOUT

Offline
Iscritto: 20/08/2017
accidenti!

accidenti quante risposte.....

FrankOUT

Ritratto di Silvertorino
Offline
Iscritto: 19/02/2020
Per la parte domicilio...

Anche se il post è datato, può essere utile sapere che per il domicilio il DPR 327/80 prevede la consegna del cibo a non meno di 65°C al cliente.

Per questo è doveroso pensare agli strumenti per consegnare a norma di legge (e sfruttarlo in modo commerciale)