Forum

Notifiche
Cancella tutti

Pizzeria dall'altra parte del mondo

Buongiorno a tutti,

sono nuovo nel forum e mi sto facendo elettrizzare sempre di più dal''idea di cambiare completamente mestiere e diventare pizzaiolo.

Mia moglie ha un'opportunità lavorativa che sta per portarci in Nuova Caledonia. Tra le diverse opzioni di carriera, quella di aprire una pizzeria dall'altra parte del mondo per portare una pizza come si deve dove non ce n'è sta prendendo piede con prepotenza. 

Siccome sarebbe la mia prima avventura imprenditoriale, vorrei informarmi al massimo prima di lanciarmi, e spero di poter contare su di voi per qualche delucidazione. Vorrei esportare la pizza Napoletana col cornicione, per differenziarmi chiaramente dai fresbee con il groviera che certi delinquenti vogliono far passare per pizze buone da quelle parti:

- qual è la migliore formazione che possa fare per gestire questo progetto (dal pizzaiolo alla gestione per esempio di un food truck)?

- come adattare gli impasti a condizioni metereologiche specifiche? penso per esempio all'umidità di un'isola del pacifico: quale impasto sarebbe il più adatto?

- in termini di materia prima, come posso rifornirmi di materie di qualità a quella distanza? per valutare il profitto dovrei avere una stima dei costi, esiste un sito o più dove possa far fare un preventivo o almeno valutare i rischi?

Grazie ancora per qualsiasi aiuto, spero di potervi aggiornare rapidamente!

Pubblicato : 12 Gennaio 2021 15:42
Citazione

Ciao, ti faccio un esempio. Un mio "amico" ha aperto ancora anni fa una pizzeria a Dubai, sai era invogliato dal fatto che li non esiste l'iva e che era una città nuova. 

Però ci mise 3 mesi per fare delle pizze buone ma allo stesso tempo lavorabili, per via dei 50 gradi fissi e un umidità maledetta. Un altro problema è l'importazione dei prodotti, in America un pizza margherita napoletana al piatto costa anche 18 euro per via dell'importazione dei prodotti, e l'acqua esempio la San Benedetto in bottiglia di vetro arriva a 7 euro. Ora qual'é uno stipendio medio in nuova Caledonia? Sono disposti a spendere tanto in un food truck? Non c'è modo di avere prodotti che si avvicinino a quelli italiani senza importarli? Sai è dura importare, perché basta un ritardo o essere un attimo disorganizzati e salta la consegna e ti ritrovi senza materie prime. 

Per via dellimpasto dipende dall'umidità e temperatura che c'è. Esempio se vuoi qualcosa di più lavorabile usa impasti giornalieri dato che non avrai una cella frigo abbastanza Grande per le casse di pasta in un truck. Ma se vuoi qualcosa di più digeribile devi avere una cella in casa o in un possibile magazzino dove caricarti quella che ti serve e dargli almeno 50 ore di maturazione e tirarla fuori quando parti per lavorare in modo da dargli le 6/8 ore di lievitazione prima dell'uso. 

E sinceramente l'ultima è quella che userei io. 

Un saluto. 

Pubblicato : 17 Maggio 2021 11:47
RispondiCitazione

Pizza S.r.l. – Corso Cefalonia, 22 – 63900 Fermo (FM)
P.I. 01431900446 – tel. e fax +39 0734 671039

Copyright © 2021 Pizza.it All rights reserved.