Andrea Zarattini

15 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Visitor
Andrea Zarattini

Ciao Andrea,
è un pò che mi stavo chiedendo
per mia curiosità personale,
visto che tu lavori in America e la pizza margherita doc VPN
costa 10,50 più tasse + 20/30 % quindi costo finale circa 13-14 dollari/euro
rapportando con l'Italia un pizzaiolo dovrebbe
guadagnare circa 5000 dollari o mi sbaglio ??
e gli orari di lavoro come sono ??
giorni di riposo ?? tasse ? assicurazioni come funzionano?
Naturalmente puoi rispondere come non rispondere non voglio farmi i fatti tuoi ma solo acquisire conoscenza anche perchè ho sempre evitato il lavoro estero per via della famiglia, ogni volta che dovevo fare il grande passo mi venivano in mente i film di Mario Merola strappalacrime che lascia l'Italia per l'America. Lol
La chat telefonica con il maestro come andata??
saluti Teo

Andrea Zarattini
Re:Andrea Zarattini

Caro Teo,
Spero di riuscire a spiegarti il complesso mondo del lavoro e della cucina italiana, negli Stati Uniti. Premetto che le mie conoscenze specifiche si limitano ad una circoscritta area geografica, più precisamente il sud della California.
La regola numero uno in USA è: meglio fare l’imprenditore che il dipendente.
Il lavoro dipendente non è tutelato ovvero non esistono garanzie per mantenere il proprio posto di lavoro, per cui puoi essere assunto e licenziato in qualunque momento e senza preavviso. Gli stipendi variano tantissimo da zona a zona ad esempio nello stesso stato della California gli stipendi medi a San Francisco sono il doppio che a San Diego. San Diego è considerata la 6° città più costosa negli USA e gli stipendi sono tra i più bassi della nazione. Perchè? Semplice il clima. Un clima credo unico al mondo dove è sempre primavera o tiepida estate. Uno stipendio medio a San Diego è di circa $25,000 lordi all’anno a San Francisco $48,000. Un appartamento in affitto di 60 mq in una posizione di medio pregio costa circa $1,000 al mese a San Diego, $1,500 a San Francisco e $1,800 a New York. Su uno stipendio di circa $50,000 lordi all’anno devi pagare circa il 30% di tasse (Statali + Governative), 6.5% di Social Security (fondo pensionistico Nazionale) e 1.45% MediCare (assistenza sanitaria oltre i 65 anni). Un ulteriore 1.5% viene suddiviso tra tante altre piccole tassazioni. Il servizio sanitario è completamente privatizzato per cui devi essere in possesso di una assicurazione malattia altrimenti sono guai. I costi del sistema sanitario americano sono elevatissimi ed ammalarsi sarebbe una doppia disgrazia. Pizzerie vere e proprie non ne esistono, o meglio non conosco locali italiani che facciano solo pizza. La pizza è un complemento della ristorazione, esistono quindi ristoranti pizzeria che servono piatti di cucina italiana e pizze. La ristorazione italiana in questi ultimi 5 anni ha fatto passi da gigante; il livello si è elevato notevolmente e i ristoranti che servono Insalata di Cesare (Caesar Salad), Spaghetti con polpette (Spaghetti meat ball), Fetuccine Alfredo o Pollo alla Parmigiana (Chicken Parmesan) sono finalmente in minoranza. Ciò che più mi disturba è che dipingono un’Italia che non esiste più o che non è mai esistita. Il nome più in voga per un ristorante italiano è Trattoria .., seguito da un nome, anche il più stupido, ma italiano. Conosco alcune tariffe orarie per cuochi, ma non conosco pizzaioli italiani che siano venuti dall’Italia per fare pizze e quindi non so che cosa possa chiedere un pizzaiolo. Di cuochi italiani ne ho conosciuti diversi e la tariffa media oraria si aggira tra i $20/30 all’ora, circa 45/65,000 lordi all'anno. Gli orari di lavoro sono completamente diversi da quelli italiani, qui si inizia alle 11 del mattino fino alle 22. La gente mangia a qualunque ora della giornata e generalmente i ristoranti alle 22,30/23 chiudono. Le ferie sono un fatto tutto italiano qui i ristoranti non chiudono mai ed i dipendenti hanno mediamente 2 settimane di ferie pagate all’anno che in base alle esigenze del locale possono prendere durante tutto l’arco dell’anno. Ho ricevuto da parte di amici italiani, ristoratori e pizzaioli, la proposta di aprire un locale a San Diego, ma per ora nulla di fatto solo tanti mi piacerebbe..... Considerando che è sempre più facile trovare prodotti italiani, farine (Molino Caputo), Mozzarelle fresche fior di latte (Caseificio Gioia) o di Bufala. La qualità non sarà esattamente quella italiana ma credo che si possa ottenere un ottimo prodotto finale. Forni a legna in abbondanza, ci sono sia forni prefabbricati che  artigianali costruiti prevalentemente da artigiani siciliani che lo costruiscono con mattoni refrattari. Io mi sono costruito il mio in circa 2 mesi e funziona egregiamente. Con Negrini abbiamo fatto una bella chiaccherata e ci siamo promessi di risentirci. Ha speso parole di elogio per quelli che come te rendono il forum sempre più interessante e popolato. Per finire vorrei dirti che lasciare l’Italia per venire a fare il dipendente in USA credo non ne valga la pena, lasciare l’Italia per aprire un locale si, perchè se tutto va bene ci sono tanti soldi da guadagnare. Spero di essere stato esaudiente e mi raccomando per ogni tuo bisogno o curiosità contattami, anche se non ti conosco mi sei simpatico e ti stimo per la tua disponibilità e professionalità.
P.S. Se vorrai venire in California a fare una vacanza fammelo sapere.
Ciao
Andrea

Davide
Domande...

Ciao Andrea,
ho letto i messaggi sul forum e, senza nascondere la mia perplessità, ti volevo fare alcune domande.

Che maleducato, non mi sono nemmeno presentato.
Mi chiamo Davide Brandolini ho 26 anni e sono di Ravenna. In aprile (o maggio) partirò per la California con l'intento di viaggiare e se possibile trovare lavoro nelle zone in cui mi tratterrò. Ovviamente questo è il pensiero di base... la realtà è tutt'altra... Ho parlato con alcune persone ed agenzie di viaggio, ma le loro parole mi sono sembrate molto ambigue, insomma ti dicono "Parti tanto cosa vuoi che ti succeda?", purtroppo se fosse per me sarei già partito all'avventura, ma non parlo di una vacanza... ciò di cui ho bisogno è proprio del denaro per mantenermi.

E arrivo alle domande...
Indubbiamente il mio intento di lavorare come dipendente è ovvio (anche se lo hai sconsigliato parlando con persone che vorrebbero stabilirsi lì) e soprattutto per un tempo determinato, ma quali potrebbero essere le difficoltà di trovare lavoro? se io arrivassi con un visto turistico, riuscirei a farmi assumere? Sono così rigide le leggi? Che vantaggi o svantaggi avrei se fossi uno studente lavoratore?
Non ti nascondo che uno dei motivi percui voglio andare in California è proprio quello di perfezionare la lingua che potrebbe tornarmi utile in futuro.

Spero di essermi fatto capire, dicono spesso che quando inizio a scrivere sono un confusionario... forse perchè scrivo tutto quello che ho in testa...

Grazie mille,
Davide

Teo
Re:Re:Andrea Zarattini

Sei stato molto esaudiente nelle risposte e preciso.
Però....... ammazza che tasse !!
Adesso capisco perchè a Mario Merola gli veniva da piangere quando doveva andare a lavorare in America ... Lol
Siccome di storie americane ne ho sentite tante..... avevo bisogno di chiarimenti in merito.
Tra 20 giorni mi aspetta una settimana di vacanza bianca a sciare con la famiglia poi questa estate in Agosto ho tre settimane di ferie chissà che non sia li in CALIFORNIA la prossima meta delle ferie...
il tempo com'è ??
non c'è nebbia spero ??
Però che bello sarebbe fare una vera pizzeria stile rigorosamente napoletano in California,
dove il profumo della pizza verace rimane attaccato alle pareti grezze del locale anche dopo la chiusura e far conoscere il vero made Italy.....
quello che stupisce !!
Che rabbia non avere i mezzi a disposizione!!
Alla prossima chiacchierata allora.
Saluti Teo

nicola
Re:Re:Andrea Zarattini

mi piacerebbe avere qalche contatto di lavoro per stati uniti.vorrei un giorno realizzare il sogno di fare una pizzeria a newyork.se mi puo contattare per una conversazione amichevole le sarei molto grato.mi chiamo giuseppe.se vuole puo guardare il sito www.nuovapizzeriaduomo.com

Andrea Zarattini
Re:Re:Re:Andrea Zarattini

Caro Nicola,
non ho capito se la chiaccherata la vorresti fare con me visto che non hai fatto il mio nome. Io vivo a San Diego, che e' a circa 5000 Km da New York.
Se posso comunque esserti utile anche a me farebbe piacere fare una chiaccherata. Io sono di Bologna ed a Dicembre verro' in Italia per tutto il periodo natalizio.
Ciao
Andrea

Teo
Re:Re:Re:Re:Andrea Zarattini

Ciao Andrea,
che fine hai fatto ??
ti aspettiamo a Dicembre magari organizziamo qualcosa insieme.. ??!!

Saluti Teo

chiara e silvio
Per Andrea Zarattini bolognese da una coppia ferrarese

Siamo una coppia di Ferrara che ha una passione infinita per l'America ed in particolare per San Diego che ci ha stregati durante il viaggio di nozze. Da buona amante della pizza sono finita su questo sito e chi ti trovo? Un abitante di San Diego col quale ci piacerebbe moltissimo chiacchierare per avere delle dritte. Abbiamo inviato la richiesta per la green card perchè abbiamo un desiderio grande che è quello di misurarci con noi stessi, ampliando i nostri orizzonti ed iniziando una nuova avventura in un altra terra.
Però è buffo (se vogliamo esser positivi)... per vivere negli Usa ci vuole un lavoro e per trovare un lavoro bisogna vivere negli Usa... come un cane che si morde la coda ;P
Insomma,  se fosse possibile,  ascolteremmo volentieri la tua esperienza o i tuoi consigli.
Un cordiale saluto e un bentornato in Italia

nicola
Re:Re:Re:Re:Andrea Zarattini

andrea aspetto che mi dai una conferma per la chiaccherata NICOLA

Andrea Zarattini
Re:Re:Re:Re:Re:Andrea Zarattini

Ciao Teo,
qui tutto bene anche se le fiamme non sono solo arrivate a San Diego ma hanno paralizzato la citta' per 2 giorni. Le scuole rimarranno chiuse fino a lunedi prossimo e la maggiorparte delle persone non si sono recate al lavoro lunedi e martedi. Fino ad ora sono stati distrutti 420.000 ettari di vegetazione, sono state distrutte circa 1800 case e 18 persone, tra cui un viglile del fuoco sono morte. Noi abbiamo dovuto evacuare casa domenica alle ore 13 e siamo potuti rientrare solo lunedi sera. L'aria che si respirava, era quella che si respira quando si pulisce il forno a legna dalla cenere il giorno dopo! Fortunatamente il fuoco si e' fermato a circa 2 chilometri dalla nostra abitazione.
Io ritornero' in Italia il 15 Dicembre per rimanerci fino al 3 Gennaio. Vorrei tanto in quel periodo poter incontrare alcuni di voi.
Ciao
Andrea 

Teo
Re:Re:Re:Re:Re:Re:Andrea Zarattini

si ho visto al telegiornale i disastri che ha potuto fare... veramente impressionante e pauroso...
fortunatamente possiamo dire che casa tua non sia stata colpita...
per quel periodo possiamo organizzare e incontrarci se vogliamo...
15 lunedi
22 lunedi
29 lunedi
Decidi tu la data migliore tra queste...
Il lavoro tutto bene ??
le pizze come vanno ??

Saluti Teo   

Andrea Zarattini
Re:Re:Re:Re:Re:Re:Re:Andrea Zarattini

Ciao Teo,
a parte il 15, giorno del mio arrivo a Bologna ogni altro giorno per me va bene.
Teniamoci in contatto
Ciao
Andrea

Teo
Re:Re:Re:Re:Re:Re:Re:Re:Andrea Zarattini

Ok, teniamoci in contatto...
Grazie per le foto veramente toccanti che fanno capire molto di più di cento parole dette ai telegiornali...
"quella del pompiere e della casa in fiamme è quasi da film americano",
veramente incredibile 4200000*4200000 metri di area bruciata !! Sad
Buon lavoro
Saluti Teo

Andrea Zarattini
Re:Andrea Zarattini

Caro Teo,
Non farmelo pensare! Io fino a 4 anni fa, prima di tentare l’avventura Americana, giravo l’Italia per motivi di lavoro e vista la mia passione per la pizza ogni sera cercavo un locale nuovo nel quale poter assaggiare questo ben di Dio. Ne ho viste di tutti i tipi e colori ma la pizza che non dimenticherò mai è quella che a Napoli mangiavo da DA MICHELE in Via Cesare Sersale. Ne ho mangiate altre a Napoli in locali di cui non ricordo più il nome ma questa non la potrò mai dimenticare. Considerando che la pizza è il secondo alimento più mangiato al mondo dopo il cioccolato, in USA ha raggiunto una diffusione incredibile in tutte le sue forme. Le grandi catene come Dominos Pizza, Pizza Hut, Papa Johns ecc.. sono ovunque e fanno fatturati da capogiro offrendo un prodotto che definire scadente significa essere buoni. Poi ci sono locali che preparano pizze tipiche americane del tipo Chicago Pizza o New York Pizza ed altri italiani o Italo-Americani che fanno del loro meglio. Manca a mio parere la pizza di qualità e per questo motivo mi sono costruito un forno a legna. Il clima qui è sempre bello oggi ad esempio c’erano circa 22 gradi con un bellissimo sole a gennaio abbiamo avuto anche 27 gradi! Agosto è il mese più caldo, con i suoi 27/30 gradi ma raramente di suda perchè l’umidità si aggira mediamente tra il 45/55%. Piove poco e ci sono mediamente 300 giorni di sole all’anno. La nebbia, a volte la trovi al mattino perchè l’aria fresca ed umida proveniente dall’oceano si scontra con quella secca e calda del deserto che condensandosi crea nebbia la quale si dissolve con l’irraggiamento solare.
Ciao
Andrea

Offline
Iscritto: 06/07/2019
Where I can find a really

Where I can find a really good Creamy mushrooms pasta with avocado sauce

I want a lot!))