Ricetta Panettone . x Bollicina & c.

7 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di pixior
Offline
Iscritto: 08/03/2010
Ricetta Panettone . x Bollicina & c.

Carissima Bollicina,

come promesso eccoti la ricetta per fare il Panettone Milanese.


















PROCEDIMENTO

Ingredienti primari :
1) lievito naturale (madre)
2) farina Manitoba con W elevato (380/400)



1° giorno:
Effettuare 3 rinfreschi del lievito madre per portare il LM a giusta forza.
(esempio : ore 8, ore 12, ore 16)
Alle ore 20 controllare se il LM ha triplicato il suo volume e procedere con il primo impasto:


(primo impasto)
INGREDIENTI
Zucchero gr 200
Acqua tipepida gr 100
Uova (tuorli) gr 200
LM gr 200
Farina Manitoba gr 430
Burro gr 270

Sciogliere il LM in circa meta' dell'acqua tiepida.
Mettere nell'impastatrice tutto lo zucchero + le uova e avviare.
Dopo che lo zucchero e le uova si sono ben amalgamate tipo zabaione mettere la farina.
Far andare l'impastatrice sino a che l'impasto diventa asciutto e si stacca dalle pareti dell'impastatrice.
Aggiungere meta' dell'acqua e fare impastare sino a che l'impasto diventa nuovamente asciutto.
Aggiungere tutta l'acqua rimasta e impastare ancora sino a raggiungere un impasto asciutto e liscio e che si stacca dalle pareti.
Mettere il burro (molto morbido, ma non completamente fuso).
Fare impastare ancora sino ad ottenere un impasto bello sodo.
Fermare l'impastatrice e lasciare lievitare per circa 15 ore a 20 gradi avendo cura di coprire la vasca dell'impastatrice con della pellicola trasparente, ma facendole qualche piccolo buchino per non sigillare il tutto (non si deve formare pressione all'interno).
Nota: Le operazioni di impastazione dovrebbero richiedere circa 1 ora.
A questo punto, prima di andare a dormire, mettere a bagno in acqua molto calda (80 gradi)200 grammi di uvetta (uvetta sultanina) e dopo circa 20 minuti metterla in un colino a scolare sino al mattino seguente.


2° giorno:

(secondo impasto)
INGREDIENTI
Farina Manitoba gr 110
Zucchero gr 40
Uova (tuorli) gr 50
Burro gr 60
Sale gr 15
Vaniglia 1 stecca
Canditi di Arancia e Cedro gr 420
(Uvetta gr 200 quella della sera prima) 


Procedura:
Togliere la pellicola dalla vasca dell'impastarice.
Aggiungere la farina e avviare l'impastatrice.
Fare impastare sino ad avere una massa omogenea.
Aggiungere le uova e lo zucchero.
Fare impastare sino ad avere una massa omogenea e consistente.
Aggiungere il burro (molto morbido).
Aggiungerela Vaniglia.
Aggiungere il sale.
Fare funzionare l'impastatrice per circa 20 minuti sino ad ottenere un buon impasto.
Nota: Le operazioni di impastazione dovrebbero richiedere circa 1 ora.
A questo punto aggiungere l'uvetta ed i canditi e far funzionare l'impastatrice il minimo necessario per ben incorporarli. (non eccedere con l'impastazione a questo punto).




Preparazione stampi:
Con le dosi sopraelencate si possono produrre 3 panettoni da circa 700 grammi ciascuno o 2 da circa 1.050 grammi ciascuno (peso panettoni finiti).
Quindi dividere l'impasto in 2 o in 3.
Formare per ogni panettone una bella palla liscia arrotolandola con la mano sempre nello stesso senso sino ad ottenerla perfetta e senza rughe, grinze o spaccature.
Lasciare le palle ottenute a riposare per una quindicina di minuti circa poi imburrare ogni palla con le mani (devono essere belle unte di burro) e posizionare ogni palla nel suo apposito pirottino (pirottone) di carta (bisogna assolutamente procurarseli giusti per il panettone).
A questo punto bisogna far lievitare a circa 30 gradi, ma con umidita' molto alta (circa 70/80%).
Questo e' il problema piu' difficile da risolvere in casa senza cella di lievitazione.
Si puo' procedere in diversi modi, ma il meglio e' creare una zona ricoperta da un foglio di polietilene dove si metteranno gli stampi ed una bacinella con acqua bollente da rinnovare ogni 30 minuti circa.
La lievitazione richiedera' come minimo 6 ore, quindi per tutto quel tempo si deve seguire la procedura con l'acqua calda nella bacinella.
Quando alla fine della lievitazione l'impasto ha raggiunto il bordo del pirottino fare due tagli a croce sulla parte superiore e mettere al centro dei tagli un pezzettino di burro.



Cottura:
Utilizzare un forno elettrico possibilmente statico (non ventilato).
Riscaldare il forno a circa 210°.
Infornare.
Dopo una decina di minuti aprire il forno e con molta abilita' e qualche attrezzo per non scottarsi allargare le orecchie al panettone molto velocemente.
Questa operazione e' molto rischiosa sia per le possibili scottature che per la possibile caduta dell'impasto (slievitazione) e puo' essere effettuata estraendo i panettoni dal forno, ma agendo con estrema rapidita' anche nel rimetterli subito in cottura.
Abbassare la temperatura del forno a 190/200 gradi.

Lasciare cuocere per circa 60 minuti (nel caso di 2 panettoni da 1.050 gr) o per 45 minuti (nel caso di 3 panettoni da 700 gr).

Alla fine controllare la cottura con il solito spiedino di legno come si fa con le torte.

Sfornare ed infilzare i panettoni alla base con 2 ferri da calza passanti ciascuno (metterli a circa 2 cm dalla base).

Capovolgere i panettoni e ad appenderli con l'aiuto dei ferri da calza in modo che restino sollevati e non tocchino nessuna superficie d'appoggio.
Lasciare raffreddare a testa in giu' i panettoni per circa 12 ore.

Trascorso questo tempo rimettere a posto i panettoni e sfilare loro i ferri da calza.
Mettere i panettoni a riposare per circa 2 settimane in sacchetti di cellophane non sigillati (non usare il polietilene).


Come vedi non e' semplicissima, ma si puo' comunque fare una volta nella vita !!!!!!!

Salutoni.

Pixior

87.15.164.166

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Ricetta Panettone . x Bollicina & c.

GRAZIEEEEEEEEEEE, l'ho letta per farmi un'idea ma la archivio subito off line per studiarmela a puntino. Nel frattempo mi devo procurare la farina con w adeguato. Sei stato gentilissimo a cercarmela,un baciozzo grande come un panettone,anzi una produzione intera  [2]  [10]
80.104.191.95

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Ricetta Panettone . x Bollicina & c.

Io ho altre 2 ricette che ho usato negli anni, ma per la riuscita è fondamentale arrivare con un LN al massimo della potenza, ossia in grado di raddoppiare nel giro di un paio d'ore... Negli ultimi anni io mi sono trovato molto bene usando la tecnica del "salame", ossia legando il lievito a metà della serie di rinfreschi...
Un'altro particolare da tenere in considerazione è la successione degli ingredienti e il tempo d'impasto, altrimenti si rischia di rompere la maglia glutinica...
Ciao
Simone
193.111.70.131

Ritratto di Falcon
Offline
Iscritto: 08/03/2010
Ricetta Panettone . x Bollicina & c.

Grande Pixior, che testimonia con questa rara ricetta, la Sua origine meneghina, essenziale, affinchè possa negli anni, tramandare alle future generazioni come esempio di tradizione, di  buon gusto e originalità.
Il panettone, il re dei dolci, non per niente, il dolce di Natale!!!
Saluti, Falcon
85.18.12.242

Ritratto di pixior
Offline
Iscritto: 08/03/2010
Ricetta Panettone . x Bollicina & c.

......... esattamente 22 anni fa mi sono dedicato al panettone come oggi mi dedico alla pizza ..........

Salutoni.

Pixior
87.8.165.196

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Ricetta Panettone . x Bollicina & c.

come una volta nella vita  [3] !!! Se lo fai una volta poi ti tocca rifarlo ogni Natale, e passato Natale arriva Pasqua per la colomba, e passata anche quella....beh poi non ne puoi più e dimentichi in frigo il lievito naturale per un mese  [2]  [2]  [2] !
L'altr'anno l'ho fatto x la prima volta con tutti i crismi, era fantastico. In effetti è importantissimo aggiungere gli ingredienti nel giusto ordine e avere il LM all'ennesima potenza, lego a salame al primo rinfresco, poi il giorno successivo i 3 rinfreschi e alla sera l'impasto. Beh, manca ancora qualche mesetto per pensarci  [9]
151.77.211.23

Offline
Iscritto: 08/03/2010
informazione farina

qualcuno sa il w della manitoba caputo? [32]  Vorrei capire se potrebbe andar bene per il panettone
80.104.194.201