secondo voi

12 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Offline
Iscritto: 09/03/2010
secondo voi

secondo voi,noi che lavoriamo nel campo della ristorazione, siamo tutelati in egual modo a chi lavora nelle grandi fabbriche ad es.i metalmeccanici!secondo me no!
87.20.185.113

Offline
Iscritto: 08/03/2010
secondo voi

domani bellini e c. ti fucilano sulla pubblica piazza brutto pizzettaro arrogante pretenzioso lestofante che si rifiuta di lavorare alla favolosa cifra di ben 1000 e dico 1000eu sonanti al mese (forse) e pensare che ci sono stranieri che per quella cifra ti lucidano anche l'argenteriaa 90 gradi  e tu con questi chiari di luna che fai ?ti lamenti?mha questi giovani di oggi non sanno che cosa e' la fame  . in it oramai nella ristorazione in senso stretto e' vietnam, come ti giri ti fregano .l'unico sistema  di evitare le zanne e' la prevenzione :farsi vedere duri , decisi .per niente disposti a scherzare con la paga e il contratto , e poco accandiscendenti , poco poco si avvedono che sei un bravo cristo corrono a comprare il lubrificante ma mooolto poco (costa).cosi magari se ti scartano hai la certezza di aver  comunque salvato di sicuro il di dierto o se vogliamo evitato la fregatura classica da squalo. oggi c'e rimasto solo, il sindacato e i decreti ingiuntivi dei giudici  per farsi dare quello che ti e dovuto di diritto e negato di prepotenza.esperienza diretta garand. [40] nb in fabbrica suona la sirena e tutti  casa e per noi?  [29]  [47]  [39]  [40]
109.116.158.88

Offline
Iscritto: 23/09/2010
secondo voi E TARQUINIO

sagge parole sagge parole!!! [44]
saluti a tutti/e.
93.43.225.224

Ritratto di paolour
Offline
Iscritto: 09/03/2010
secondo voi E TARQUINIO

garantisco che siete tutelati anche troppo......
siamo noi titolari a non essrere per niente tutelati


Paolo
79.29.114.139

Ritratto di k.bellin
Offline
Iscritto: 08/03/2010
secondo voi E Paolour

[25]  [41]  [4] daccordissimo con Paolo,il dipendente decide di andarsene da un giorno all'altro,senza crearsi nessun problema,ma se vengono licenziati, bisogna dare un preavviso,motivo piú che valido per licenziare,il tempo di preavviso di licenziamento se lo passano in casa in malattia o magari giá lavorando da un altra parte,tanto trovare un medico che rilascia un certificato per malattia ne é piena l'italia [28]  [42]
93.244.232.151

Ritratto di emalimo
Offline
Iscritto: 11/08/2010
secondo voi E Paolour

non volevo fare commenti e una volta tanto leggere e basta, ma da ex impenditore con pochi dipendenti dove con gli anni a farla da padrone sono loro....dico siete tutelati e quando vanno male le cose vi tutelate da soli.....poi non dico più niente perchè se apro il libro......
87.9.114.158

Ritratto di ziotibia
Offline
Iscritto: 06/07/2010
per bellini

Bravo bellini, non ci crederari ma mi e' capitato domenica.
La cameriera, dopo un pianto a dirotto perche' il suo lui l'ha lasciata, ha lasciato me. Cosi' di punto in bianco, senza preaviso.
Bel comportamento, non c'e' che dire, assunta con contratto legale, pagata non puntualmente ma antecipatamente ogni mese mi ha detto che non ha piu' testa per lavorare senza pensare i danni che mi puo' provocare.
Da noi si dice "fai bene e vai in galera".
Ora parlando con il consulente mi ha detto che doveva come minimo avvisarmi una decina di giorni prima e nel fratempo mi arriva una sua lettera che la devo pagare anche per quei 10 giorni perche' sta' male.
Cosa devo pensare? che i dipendenti non sono tutelati?e a me chi mi tutela?
Direi che certe persone, visto che ce l hanno a morte con i titolari, dovrebbero andare in banca , farsi fare un prestito ed aprirsi un attivita' per conto loro. Vediamo se cosi' si guardano orari, quantita' di pizze, sindacati ec ec.
Una cosa: gli straordinari le li ho sempre pagati in giornata a 7 euro l'ora e alla chiusura, se aveva poche mance e per me la giornata era profiqua, aprivo il mio portafoglio.
E dai, cosa devo fare, mettermi io a 90?  [29]
62.47.26.226

Offline
Iscritto: 09/03/2010
secondo voi x bellino ,paolo e titolari vari

punto primo ,quando una cameriera (o chicchessia)lascia il posto di lavoro perchè ha  i c...suoi ,questa/o non è una profesionesta ed è sicuramente non inquadrata al 100%,questo perchè nessun pazzo rischia di perdere un contratto serio (t.indeterminati)perchè gli girano i coglioni...lo sappiamo tutti che nei ristoranti su 10 persone 6 non sono inquadrati al 100% e percepiscono uno stipendio a dir poco discutibile...e quante volte il titolare ha licenziato così su due piedi?tutto questo perchè siamo al far west.?è inutile raccontarci frottole,c'è poca professionalità da ambo le parti!
79.12.195.208

Ritratto di k.bellin
Offline
Iscritto: 08/03/2010
per bellini

beh leggendo gli illustri discorsi di tarquinio,caro ziotibia mi sa che ti tocca fare anche questo sacrificio,vai giú a 90 e ringrazia [2]  [26]  [41]
93.244.232.151

Ritratto di ziotibia
Offline
Iscritto: 06/07/2010
per bellini

Manco morto, preferisco abbassare gli introiti e non assumere nessuno.
Altrimenti piccole quote di partecipazione, tipo cottimo. Una percentuale sugli incassi e tanti doveri e diritti.
Vediamo se cosi' i fatti personali e sentimentali rimangono a casa.
Mica siamo scemi, ad uno le muore la bisnonna, all altra non lo vuole piu' il ganzo, all altro ancora(maschio) le vengono le mestruazioni.
Ma facciamo un piacere, andiamo a lavorare in grazia di Dio senza trovare scuse, sembra che al giorno d'oggi sono(quasi) tutti nati con un palanco di ferro al posto della spina dorsale.
Un altra cosa: ma cosa le importa al dipendente quanto guadagna il suo titolare?
Ma che si apra una megapizzeria e controlli da se' i guadagni suoi.
Guardate, ve lo dico con il cuore, sono ormai 32 anni che lavoro per conto mio e sinceramente mi sento io un dipendente dei miei dipendenti.
Sono sempre entrato primo e uscito per ultimo dal lavoro e i casini fatti dai dipendenti me li sono sempre sorbiti io.
Lazciamo perdere va', forse e' meglio non alimentare certi discorsi perche' diventerebbe tragicomico per tutti.
W il lavoro e w la pizza e
[42]
62.47.26.226

Ritratto di k.bellin
Offline
Iscritto: 08/03/2010
per bellini

esatto ziotibia,sto leggendo alcuni racconti di italiani all'estero italiansinfuga.com [40]
93.244.232.151

Offline
Iscritto: 09/03/2010
e a me chi mi tutela ???

Quando lavoro e faccio piu di altri e mi offrono uno stipendio uguale.
Quando lavoro e prendo lo stesso di un cameriere .
Quando vado fuori orario.
Quando mi ritrovo un aiutante che eige di prendere lo stesso ( o quasi )per il solo motivo che è presente insieme a me e non capisce la differenza tra me e lui ( di produzione professionalità e lavoro fatto).
Quando mi ritrovo un titolare che mette a disposizione un badgett uguale per tutti aldilà dell'esperienza e del lavoro fatto.
Quando le leggi fatte da chi di competenza insieme ai sindacati dicono che lo stipendio sindacale e tot e basta , senza considerare la meritocrazia dell'elemento.
In questo caso a me ( ed altri come me ) che diamo  l'anima chi ci  tutela ??


Vedete  ogni qualvolta che : uno stronzo di nome collega pretende l'aiutante per 100  pizze a serata , uno stipendio di 2000.2500 euro per 70-100 pizze a serata , il giusto alloggio e vitto (primo secondo contorno e magari cavale e salmone ), la donna di pulizia e  lo schiavetto a disposizione
Un titolare (un buon titolare) anche se leggermente stretto di c... è in cerca di dipendenti sarà sempre sul piede di guerra  gia sapendo di incontrare stronzi colleghi che anche se non meritando chiederanno queste  e altro..

Ragazzi , pizzaioli seri diopendenti seri e con voglia di lavorare-----
lasciamoci alle spalle  le stronzate e andiamo sul posto di lavoro e facciamoci rispettare si--- ma diamo il giusto di nostro, altrimenti chi  fa il ns lavoro giusto per esserci e fare i propri cazzi (dopo la firma del contratto) ci sputtanerà e per noi che davvero lo voglaimo lo stipendio giuto e serio saranno tempi davvero duri.

Scusate ma io parto dal presupposto che un dipendente serio il lavoro lo trova sempre e con buoni risultati economici.
Magari ci vorra tempo per dimostrare che non si è ciarlatani come tanti.

Ma comunque arriva , basta cercare e dimostrare ..


Peppe Lisi
87.18.31.243