quale futuro per la pizza ??

16 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Offline
Iscritto: 08/03/2010
quale futuro per la pizza ??

come lo vedete il futuro della pizza ( in generale ) diciamo fra 20 anni??
  sara" un prodotto per tutti oppure per pochi ? ( io scelgo la seconda)
da tenere presente che  le nuove norme , la globalizzazione , i gusti ,, la nuova economia che nascera "!!!!
  che vuol dire la sua ,, in ogni forma ,,,,, !!!!
151.49.34.50

Offline
Iscritto: 09/03/2010
quale futuro per la pizza ??

Sara come sempre caro massy,
193.247.250.43

Ritratto di jerry76
Offline
Iscritto: 09/03/2010
quale futuro per la pizza ??

15 anni fà i ragzzini prendevano solo margherite o al massimo ai wurstel.
oggi solo pizza alle patatine.....di sto passo tra 20 anni ci metteremo il ketchup al posto del pomodoro e qualche altra schifezza... [32]
78.134.126.166

Offline
Iscritto: 09/03/2010
quale futuro per la pizza ??

Parto dal presupposto che fra 20 anni io faro ancora pizze ..
Detto ciò mi troverete li ad arrbbiarmi con coloro che sputtanano il ns lavoro.
Chi lo fa per passione da me verrà elogiato monumentato ma soprattutto rispettato come persona e come professionista .
Vedro tra 20 anni i cocci forse o sicuaramente appuzzoliti di coloro che per il solo motivo di aver avuto denari a sufficenza hanno impestato di cacca le ns tavole e palati.
Vedrò la fine di una guerra che già adesso è iniziata , nel separare la pizza dal ristorante.
Vedro i resti di  una selezione naturale di buona parte delle attività di pizza e afffini delle pizze.
Mi auguro di vedere tutte le aziende in farnchising di pizze ( quelle americane  ) presenti in italia fare o aver fatto le valigie  perche non piu capaci di vendere , perche non capaci di dare un prodotto per il palato  del ns consumatore ... Sperando che questi abbiano aquisito nel tempo una giusta esperienza nella valutazione di essa  ...
Mi auguro che il pizzaiolo quello volenteroso  abbia avuto riconoscenza e non lavori con miseri stipendi e con poca considerazione dal settore .
Mi auguro che il pizzaiolo diventi un'arte riconosciuta dalle istituzioni come il cameriere e il cuoco.
Mi auguro che aumenti il consumo delle pizze di qualita e diminuisca drasticamente quello di bassa qualità .

Mi auguro che chi parla di pizza o classifichi la bonta di essa prima di dire stronzate si premunisca di una buona dose  di esperienza o almeno una dose di conoscenza.


peppe Lisi
87.21.7.239

Ritratto di fiocco
Offline
Iscritto: 08/03/2010
quale futuro per la pizza ??

Non so'cosa accadra'tra 20 anni,ma..posso dirti cosa e cambiato nei 40 passati.Nulla o quasi in termini di sapore e bonta'Le pizze che si facevano ai tempi erano buonissime,oggi e diventato difficile trovare la qualita'di quegli anni meravigliosamente bio.Tutto dipendera'dal pizzaiolo,dal suo credo e dalla voglia di eseguire operazioni fedeli alla tradizione.Vedete..per fare un esempio,oggi quanti sfaticati pizzaioli usano la macchina taglia mozzarella,oppure peggio del peggio la acquistano gia'tagliata.La bellezza del taglio a mano che nobilita e impreziosisce il volto della pizza, rendendo boccone per boccone vero e proprio distinguo, grazie all'irregolarita'dei tocchetti che esprimono unicita'L'orrore di quei catering con le confezioni piu'disparate,concentrati di salse di qualcosa che vuole essere pomodoro,laddove lo sfaticato dovra'solo aggiungere sale..e litri e litri di acqua.Mi spiace usare il termine sfaticato per un collega,ma..non esistono a mio avviso scuse che reggono,dinanzi a tale metodica.Saluti
95.237.224.88

Offline
Iscritto: 08/03/2010
quale futuro per la pizza ??

buono buono ,, , spero ci siano altri post!!!
( beppe ,,, mica era diretto a me ,? mi dispiacerebbe molto !)
151.49.34.50

Offline
Iscritto: 09/03/2010
x massy

perche dovreiii??? non ce e credo non ci sarà mai un valido motivo.
Se un giorno avro da dire qualcosa a te te la postero per e.mail..
Non per il forum di pizza .it ..
Tu hai fatto una semplicisima domanda , ed io rispondo ..
Di qui a 20 anni tante cose si possono fare
.
Tutto sta quando impegno ci metteremo e quanta cooperazione tra noi avremo..
Ricordo un colega qualche mese fa voleva organizzare un'associazione dedita alla difesa reale della ns categoria e  del podotto che facciamo.
Ad oggi niente si è mosso.
Ecco.......questo è un modo di fregarsene.



Sputtanare il ns lavoro significa investire senza conoscere ,pagare male il personale,vendere a poco prezzo ,dare un prodotto perche risparmiosi all'osso scadente.
Non capire chi è il vero o il falso (direi di poca volontà)qual'ora si ha innanzi un operatore del settore.
Non capire quale è la buona o la cattia pizza .
Far fare o far vendere cio che piace  invece che vendere cio che vine richiesto.

Poi ce gente che crede di conoscere la buona e la cattiva pizza .senza aver toccato mai farina o quantaltro serve per realizzarala.

Ce gente che dal di fuori crede che il ns settore è molto proficuo e si buttano a capo fitto  invstendo  male e a debiti...
Caso vuole come sempre che  chi non vende da subito abbassa la qualita e il prezzo per vender ...SBAGLITO...mille volte

Sputtanare significa questo e tanto altro ..
fra 20anni potrebbe  essere diverso o ancora uguale ..o forse peggio
Dipende da noi ..



peppe Lisi
79.2.72.199

Offline
Iscritto: 09/03/2010
quale futuro per la pizza ??

fra 30 anni non ci saranno piu i pizzaioli ma i robot giapponesi ci saranno renderanno di piu ah ah ah ,io saro gia in pensione speriamo [26]
92.106.112.39

Offline
Iscritto: 08/03/2010
quale futuro per la pizza ??

Fra 20 anni la PIZZA di qualità avrà la fila fuori dal locale quella scadente tirera a campare propio come adesso qualità e prezzo onesto non hanno rivali  [41]  [41]  [41]  [42]  [42]  [42]  [42]
151.81.144.194

Ritratto di ziotibia
Offline
Iscritto: 06/07/2010
quale futuro per la pizza ??

Se continua cosi' fra 20 anni la vera pizza non esistera' piu'.
Pensate a come si mangiava 20/30 anni fa', tutta roba genuina che trovavi semplicemente in quasi tutti i locali.
Oggi per mangiare bene, e non solo in ristorante o in pizzeria ma anche a casa devi cercare i prodotti fatti in casa ed e' difficile.
I giovani fanno la fila ai macdonald e non conoscono il prodotto genuino dei vecchi tempi.
Tutti hanno fretta e mangiare non e' piu' un piacere, ma solo un riempirsi la panza.
Io per mangiare una vera pizza facevo 40 km e ormai non entravo piu' neppure in ristorante. Ero nauseato, e sono arrivato al punto di non entrare neppure in macelleria e cercare la carne dove ancora allevano gli animali in un certo modo.
Pensate, a chi lo ha provato, al pane delle nostre nonne con le semole derivate dai cereali naturali coltivate in terreni che facevano riposare, senza porcherie varie. E chi mai mangera' piu' un pane cosi'.
Sicuramente ci saranno alcuni pizzaioli che seguiranno la tradizione, ma saranno come le mosche bianche.
62.47.1.73

Offline
Iscritto: 08/03/2010
quale futuro per la pizza ??

vedo che come in molti altri settori anche nel nostro cominciano a farsi avanti i primi timidi tentativi di automazione che si sviluppera' sempre di piu' seguendo il trend  generale di una progressiva diminuzione della manodopera che costa molto di piu' di una macchina,  per altro si sta cercando di rendere facile il processo produttivo e renderlo alla portata di tutti coloro che non avendo alcuna esperienza vogliono entrare in questo mercato con ogni sorta di diavoleria, dalle farine ,agli addittivi ai miglioratori    alle macchine . il quid  pero' e' che la qualita' la fa l'esperienza, che si stratifica in anni di pratica SUL CAMPO, come del resto la  manualita' e la conoscenza maturata di tutti i processi di produzione.qindi la dictomia tra qualita' industriale e artigianale sara' sempre piu' evidente e invadente e in momenti di scarsita' di reddito essa  sara' sempre a favore  del prodotto meno costoso e basso di gamma ( ad es oggi si vendono tanti scooter e poche moto..) invariabilmente industiale e invariabilmente mediocre.

NB:IL TREND DI VENDITA DELLE PIZZE SURGELATE  E' IN FORTE CRESCITA, LA GERMANIA PRODUCE I DUE TERZI DELLE PIZZE "CRIOGENICHE.." COMMERCIALIZZATE IN EUROPA... [43]
109.117.151.12

Offline
Iscritto: 23/09/2010
quale futuro per la pizza ??

Tarquino mi ha anticipato.. avete visto che ci sono macchinette distributice? assurdo.. capisco le sigarette le lattine x sino i lingotti d oro  cioè pochi grammi d oro.. (1° ES. in un aereoporto italiano )ma a servirti una pizza una macchinetta che fa tutto lei.. no!!! e che caspita.. dove andremo a finire?







                                                            UN SALUTO ALLA COMPAGNIA..
93.43.198.29

Ritratto di ziotibia
Offline
Iscritto: 06/07/2010
quale futuro per la pizza ??

andremmo/anno a finire dove il futuro e' stato programmato, cioe' nella m..da.
A parte i pochi eletti che continueranno a non riempirsi la panza per il solo gusto di buttare giu' qualcosa. [29]
62.47.1.73

Ritratto di jerry76
Offline
Iscritto: 09/03/2010
quale futuro per la pizza ??

spero che non faccia la fine del gelato, adesso tutte l$e gelaterie fanno lo stesso bellissimo gelato artificiale indigesto. fanno un corso dove imparano a mischiare il latte con qualche polverina emulsionante e tanti saluti alla tradizione e alla genuinità. tutti uguali con lo stesso sapore.
78.134.60.2

Offline
Iscritto: 08/03/2010
quale futuro per la pizza ??

ma secondo voi ,, la materia prima , il grano ,, sara" merce reperibile come oggi?
151.49.34.50

Offline
Iscritto: 09/03/2010
quale futuro per la pizza ??

Io credo che di cose giuste ne abbiate già dette voi, ma nn sono daccordo sui 20 anni...son pochi per vedere un cambiamento cosi drastico come qualcuno ha accennato, ma stiamo sulla strada già spianata...la mia paura piu grande è una : il nostro governo....un tempo nn si davano licenze con tanta semplicità, magari c era anche da rispettare una certa distanza tra una pizzeria e l altra,oggi invece no....tutto è cambiato, tutto e piu permissivo, licenze a valanga senza rispettare il numero di abitanti, per cui ci si ritrova a vivere in un paese di 8-10mila abitanti e ritrovarsi 20-30 pizzerie....assurdo....ecco è questo uno dei problemi maggiori che il nostro governo attraverso i rami provinciali e comunali ha modificato in negativo, creando una concorrenza sfiaccante, e aperta a qualsiasi colpo basso( prezzi stracciati, quindi scarsa qualità, servizi inesistenti e via dicendo)...tra 20- 30 anni nn so davvero cosa potrà accadere se si continua con errori simili...con problematiche sempre maggiori poi per le piu piccole imprese...altro enorme problema....saluti da  Masto
109.54.103.215