UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

14 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Offline
Iscritto: 22/11/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

Oggi vorrei approfondire il concetto:

“ il vecchio mondo addestra il nuovo mondo”

Spesso sui telegiornali si sente parlare di clandestini!

Noi, benestanti e viziati cittadini di una nazione tra le più agiate del mondo, li denigriamo anzi meglio li ignoriamo!!!

Spesso li emarginiamo senza nemmeno conoscerli.

Loro invece crescono con il sogno di  arrivare da noi; di arrivare nella terra promessa :dove lavoreranno, guadagneranno tanto da poter tornare in patria e vivere nel benessere insieme alla loro famiglia.

Peccato che, se riescono ad arrivare vivi da noi(molti non hanno questa fortuna) si ritrovano nuovamente schiavizzati. Costretti a lavorare nei campi per pochi spiccioli, privati di dignità e di rispetto pur avendo pagato cifre astronomiche per un viaggio da incubo con il rischio di morire o nel migliore dei casi

di finire in prigione.

Ma insomma vogliamo davvero aiutarli??

E allora investiamo i loro ed i nostri soldi in un progetto più serio che certamente loro accetteranno!!

Scendo nel dettaglio perché voglio che il mio pensiero diventi realtà!

Esempio: io ho una pizzeria e non posso abbandonare la mia città ed il mio lavoro; posso però insegnare tutto ciò che conosco nel dettaglio.

In Bangladesh o in Afganistan (proseguite voi l’elenco dei paesi da dove uomini migrano in cerca di fortuna) ci sono 1000 famiglie che vendono tutto per mandare il loro figlio maggiore in mano ai contrabbandieri di uomini perché possa raggiungere l’Europa in cerca di fortuna.

COME SI PUO' EVITARE QUESTO SFRUTTAMENTO E FAR CONOSCERE LORO IL NOSTRO SAPERE?

  (ricordatevi che gli artigiani sono coloro che sviluppano un’attività con il loro mestiere e la loro arte senza grandi necessità.)

Seguite il mio schema:

Prendiamo un computer >>colleghiamolo ad internet >> creiamo un infoprodotto dettagliatosu come si crea
una Pizzeria e come siproduce ed organizza tutto

                          (video > testi > audio)

Permettiamo a queste famiglie di aprire una piccola attività
di ristorazione nel loro paese.

Avranno una possibilità di sostentamento avendo imparato un mestiere senza dividersi e senza rischiare la vita.

RISULTATI DA SOTTOLINEARE

    * Vite umane risparmiate ai trafficanti di uomini
    * Soldi tolti alla mafia ed investiti dalle famiglie in un’attività familiare
    * Risparmio enorme da parte degli stati di partenza e di arrivo.
    * Benessere economico per il vecchio mondo (io che insegno) ma soprattutto per il nuovo mondo (la famiglia che lavora insieme dopo aver imparato un mestiere, un’arte)
    * Il tutto con il 10 % del costo di un clandestino che si muove.
    * E allora cosa aspettiamo troviamo i canali giusti e sconfiggiamo la povertà in modo concreto, con i fatti non con le chiacchiere!!
Roberto

151.47.63.69

Ritratto di ziotibia
Offline
Iscritto: 06/07/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

Scusa, non vorrei creare un problema, ma come fai proprio tu a parlare di insegnamenti agli altri quando tu stesso sei entrato in un forum dove tutti hanno rivelato i loro sistemi e aiutato persone che avevano bisogno di aiuto teorico e pratico e ti sei rifiutato di dare una ricetta di una piadina.
Certo che l ipocrisia non ha limiti.
Ma prima di avvanzare certi discorsi perche non analizzi la tua personalita'?
Ciao e senza rancore. [40]
62.47.7.51

Offline
Iscritto: 08/03/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI.../NON COPRIAMO GLI OCCHIOCCHI CON LA

ciao roberto.sei lodevole. pero' ti faccio notare una cosa;
1)l'ONU,gestisce 84 enti governativi.
2)l'ONU e' mediatrice e promotrice per altre 300/400/500 organizzazioni non governative.
3)l'ONU ha un budget, ha una fonte INESAURIBILE di finanziamenti;
-------------------------------------------------------------------------
Roberto, riamaniamo nell'ambito della tematica della pizza e similari.personalmente, se dovessi insistere con questa cosa, posso pensare ha una sorte di spamming lacrimoso, ma di sicuro, nulla potrai fare a dispetto dei miliardi di dollari gestiti dall'ONU.niente di personale, e' una mia opinione.io penso che una offertapiccola e continua alla propria chiesa oppure alla ICRC di ginevra, fara' fare sonni tranquilli anche a te.ciao.amedeo.
188.222.62.50

Ritratto di maxy68
Offline
Iscritto: 08/03/2010
Cari Roberto e Paolo...

Se non ve ne foste accorti, molti di noi, il "vostro progetto" lo stiamo facendo da anni su e per mezzo di questo forum, e GRATIS...

O cazzo le scovate tutte pur di fare soldi...
Buon natale
93.70.141.55

Offline
Iscritto: 25/07/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

figo!!!
nel progetto ci mitti pure la tua famosa ricetta?
a piadì ma và a farte nu giro in bici va....
186.81.127.175

Offline
Iscritto: 09/03/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

Questa tua idea mi rammenta la mia quando sono arrivato su questo forum!!hahaah scusami se mi viene da ridere  ma devo dirtelo.

Allora innanzitutto l'arte che tu svolgi e che tutti noi svolgiamo fa parte della ns cultura, del mangiare , del manipolare ,dell'essere predisposti e quant'altro grazie a dio che abbiamo ricevuto per dono della natura.(perchè nati in italia )

vedi  cosa mangiano e fanno in parti del mondo senza spostati tanto( germania,inghilterra,,svizzera,austria.( tranne se non sono italiani ) e anche questi debbono adeguarsi altrimenti rischiano di non fare fatturato e morire di fame .
Figuriamoci nei paesi del terzo mondo (cosiddetti) terzo mondo.

Un extracomunitario  permettimi di dire che qualche ragazzo di colore lo avuto anch'io come allievo,prima di capire fare manipolare e quant'altro serve  deve abituarsi sia alle materie prime e sia alla tipologia del mangiare

se ti affacci in un kebab o ristorante cinese o indiano o pakistano la differenza la vedi immediatamente.
Risaltano immediatamente le differenze , lo senti e le noti subito attraverso gli odori che  emanano, la cipolla le salse i miscugli che adoperano sono tali e tanti che messi o usati nei e sopra i nostri prodotti li stravolgono .

tutto questo e non solo non fa altro che far indietreggiare chi appassionato della ns cucina senza conoscere i sapori la vorrebbe attuare in un territorio diverso.

Chi opera col ns sistema  fuori dall'italia  ma soprattutto fuori dal ns continente  oggi come minimo ha alle spalle una storia non meno di 2-3 anni di esperienza e di abitudine .

Ce da dire oltre che un extracomunitario ( quel popolo a cui tu vorresti vendere il tuo prodotto) non essendo abituato  vuole piu tempo per imparare l'arte.
E credimi non si puo insegnare un'arte sui libri , sui video.
Gia è difficile farlo attraverso i corsi figuriamoci attraverso i video o libri.


Comunque resta il fatto che chi viene in italia o europa viene perche qualcuno gli ha detto che qui da noi ce l'america ( la ricchezza ) che poi dopo aver messo piede ci si rende conto che gli extracomunitari siamo noi e non loro __ questo è un'altra cosa ---



peppe Lisi

80.181.103.227

Offline
Iscritto: 08/03/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

Bravi clandestini sopratutto se investono soldi aprendo un piadinomania no?? [42]  [33]
93.145.227.243

Offline
Iscritto: 09/03/2010
Per ale...

Ciao tallone come va?  Auguri buon natale , e un buon anno nuevo [9]  [41]
193.247.250.13

Offline
Iscritto: 08/03/2010
Per ale...

Ciao amico [41]  [41]  [41]
Buon natale anche a te,speriamo che il 2011 sia migliore...
un augurio alla redazione e a tutto il forum.. [42]
93.145.227.243

Offline
Iscritto: 09/03/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

Caro piadinomania si è proprio giusto quello che dici di fare, ebbene fallo raccogli le offerte e poi manda a me , visto la tua impossibilità a lasciare il tuo posto di lavoro, mi offro io volontario a portare aiuti conforto e conoscenza a chi stà peggio di noi , si può dire che sono già sui luoghi da te mensionati , stanno tutti con ansia ad aspettare la tua piadina ,ma fai presto prima che succeda il contrario e cioè che vengano loro a portati gli aiuti , a me risulta che il paese italia a chiacchiere è un paese agiato a mio modesto parere è il primo sulla lista dei paesi del terzo mondo.
Ti consiglierei una cosa per restare in tema con la risposta del Sig.Peppelisi, stacca un pò la spina come si dice fatti una bella vacanza nel terzo mondo cosi detto, ma non andare nei villaggi turistici ,vedi con i tuoi occhi la realtà i popoli gli usi i costumi , ti farà sicuramente bene ti aprirà gli occhi e la mente e al ritorno ti accorgerai che  tu stai nel quarto mondo.
Non dimenticare raccogli e manda!
UN SALUTO E AUGURI A TUTTI DEL FORUM.
117.135.74.136

Ritratto di vinny
Offline
Iscritto: 08/03/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

questa è un'altra rottura di c......................prima di natale con il tuo buonismo provocatorio.se è vero che ci tieni cosi tanto assumene qualcuno nel tuo business mettendoli a posto chiaramente. Ragazzi scusate il mio tono ma,è impossibile con i moralisti con la pancia piena.
94.164.86.67

Ritratto di jerry76
Offline
Iscritto: 09/03/2010
UN PROGETTO PER TUTTI NOI...

ciao piadino se non vedi il terzo mondo con i tuoi occhi non puoi capire. io sono stato in un villaggio di 4000 anime in kenya, in mezzo alla foresta, senza corrente, con un solo pozzo (donato da un italiano), senza fognatura, una puzza indescrivibile, la gente scalza nel fango, un unico "ristorante" ovvero una capanna con un fuoco in mezzo con sopra una pentola dove bolliva una farina gialla. la gente che poteva permetterselo con 25 cent si prendeva una scodella di sta specie di polenta e se la mangiava con le mani.
una pizzeria in questa realtà secondo te potrebbe portare ricchezza?
la pizzeria non risolve il problema del lavoro neanche in italia figuriamoci nel terzo mondo.
78.134.86.213

Offline
Iscritto: 05/11/2010
No, scusate ma non capisco...

Premesso  che non sono razzista e che non ho niente contro chi viene in Italia in cerca di un futuro migliore(purchè nel loro proggetto ci sia quello di lavorare e non quello di rubare, uccidere o stuprare),mi chiedo come si possa avere tanta compassione per questi stranieri che, ha detta tua Roberto, vengono sfruttati e invece non senta mai questi discorsi fatti per aiutare gli Italiani che magari sono nelle stesse condizioni se non peggio. Conosco extracomunitari che, te lo assicuro, stanno molto meglio di me.Anche io sono stata sempre sfruttata nel lavoro. Tanto per farti un esempio ho lavorato per 10 anni a pulire camere d'albergo per 6-7-8 ore al giorno senza mai essere messa in regola( quindi niente contributi) portandomi a casa, quando mi diceva bene, 600 euro al mese. Oggi per avere l'attività che stò per aprirmi ho dovuto impegnarmi fino al collo, sai cosa significa? Dalla busta paga di mio marito(1600 euro) vengono tolti oltre al mutuo che paghiamo per la casa(800 euro) altri 700 euro per altri 2 prestiti chiesti a questo scopo.Rimango con "ben" 100 euro al mese per una famiglia di 4 persone. Se l'attività andrà male(facciamo le corna [7] ) io dovrò vendermi la casa che devo pagare per altri 20 anni, estinguere quei prestiti con i pochi soldi che mi resterebbero in mano una volta estinto il mutuo e andarmene in affitto.....Ma nonostante tutto questo,nessuno è venuto da me a dirmi che gli faccio pena(non che io lo voglia, sia ben chiaro) e che mi mette a disposizione la sua professione di artigiano gratuitamente per aiutarmi a costruire la mia attività.....Roba da matti!!! Mi dispiace,non vorrei sembrare cattiva proprio sotto Natale, anche perchè vi assicuro che non lo sono, ma certe cose proprio non le posso più sentire!!!!! [29]
151.83.37.194

Ritratto di lucullus
Offline
Iscritto: 08/03/2010
x Piadinomania

Scusa la domanda ; ma cosa serve un sito o altro per aiutare persone che non hanno nemmeno la corrente ???
Comunque noi un'iniziativa la stiamo portando avanti, il titolo è "una pizza per il congo" in collaborazione con il movimento shalom.
come funziona...semplice ;
mentre il  movimento shalom si è impegnato a trovare chi li ospita, io mi sono impegnato a formare due congolesi che attualmente sono al loro paese in una casa famiglia
questi due verranno su per tre mesi e dopo il corso di pizza e panificazione di base ho creato i contatti per vari tirocini; 30 gg in una pizzeria, 30 in un panificio e 30 gg in pasticceria. di seguito torneranno al loro paese e appena pronta la struttura andrò una settimana per coordinare il lavoro.
in tutto questo mancava un anello, cioè i soldi per il viaggio, e allora mi sono inventato di organizzare delle serate nelle pizzerie (per adesso ne abbiamo fatto sei)  e  il ricavato  servirà per fare prima il biglietto di ritorno e poi quello per venire. non si realizza tanto, ma gocce a gocce ce la faremo.
E se qualcuno pensa che ci si guadagna un solo euro lo invito a partecipare così lo dividiamo.
allego link di un evento, ciao
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=153398748042362&set=a.10571476614...
151.65.244.11