Forum

Notifiche
Cancella tutti

Niente paura per i forni a legna ...

Cari colleghi e amici, ai fini di togliere qualsiasi dubbio e chiarire le notizie che si stanno rincorrendo sulla nuova normativa per i forni a legna, abbiamo contattato un consulente tecnico che ci ha rilasciato le seguenti indicazioni:

1. l’uso, nei pubblici esercizi e nei panifici, di forni a legna, non è assolutamente vietato;
2. sia la legna da ardere che il carbone di legna sono ammessi come combustibili;
3. per la legna da ardere vanno rispettati determinati limiti di emissione, che si ritiene siano ben al di sopra di quelli raggiunti dai forni in uso nei pubblici esercizi e nei panifici, considerato anche che, ai sensi del DPR 25 luglio 1991, è considerata attività ad inquinamento atmosferico poco significativo quella esercitata da rosticcerie e friggitorie, cucine, ristorazione collettiva e mense, panetteria, pasticceria ed affini con non più di 300 kg di farina al giorno, e comunque panificazione, pasticceria ed affini con consumo di farina non superiore a 1500 kg/g sono considerate, secondo lo stesso regolamento, attività a ridotto inquinamento atmosferico;
4. molti elementi convincono circa l’esclusione, per i titolari degli esercizi, dagli obblighi di procedere a misurazione annuale delle emissioni e registrazione nel libretto di impianto, che comunque sarebbero in vigore già dal 12 marzo 2004;
5. per ciò che concerne i requisiti tecnici e costruttivi degli impianti, si propende per l’esclusione dagli obblighi per i forni a legna e a carbone di legna dei pubblici esercizi e dei panifici (detti obblighi, comunque, sorgerebbero solo dal 12 marzo 2006);
6. l’uso di carbone di legna, oltre a non essere vietato, non patisce limiti di emissione; per i requisiti tecnici degli impianti, vale quanto detto al punto precedente.

Saluti dalla ScuoladiPizza

Postato : 19 Giugno 2005 19:14
Quota
iwk

Cosa si può dire della legna di pino usata per i forni a legna?
Sò che molti pizzaiuoli la evitano come il veleno per i vari problemi che comporta, altri invece ne fanno grande uso per la sua economicità.
Io ho letto qualcosa sul Creosoto e la Trementina contenuti in gran misura nel pino e liberati durante la combustione. Queste esalazioni possono essere assorbite dalla pizza?
Vi sarei grato se poteste darmi qualche informazione in merito.
Cordiali saluti

Postato : 20 Giugno 2005 17:09
RispondiQuota

Pizza S.r.l. – Corso Cefalonia, 22 – 63900 Fermo (FM)
P.I. 01431900446 – tel. e fax +39 0734 671039

Copyright © 2021 Pizza.it All rights reserved.