Apre MoPi il Museo della Pizza, però in America. Beffa per l’Italia

Inaugurazione ad ottobre, a New York. Ora i nostri politici dovrebbero porsi qualche domanda

Qualcuno vorrebbe attribuire la colpa ai napoletani, perchè a loro dire si sono fatti rubare dagli americani l’idea di un Museo da dedicare alla pizza.

Francamente riteniamo che sia un’asserzione ingenerosa nei confronti dei pizzaiuoli napoletani e delle varie associazioni che li sostengono; se c’è infatti chi promuove la pizza nel mondo quelli sono proprio i partenopei. Qualcuno lamenta che essi si spendono soltanto per promuovere la loro pizza, mentre le varietà proposte in italia sono molteplici, e i loro prodotti.

Anche se ciò fosse vero, riteniamo che la strada da loro tracciata vada nella giusta giusta direzione, e chiunque pensi che la pizza italiana non goda del sostegno delle istituzioni, dovrebbe prendersela con chi le rappresenta.

Gli americani insegnano, si sa!
Non a caso il museo della pizza, che ad ottobre aprirà a New York, fa il paio con il National Pizza Day che gli americani celebrano il 9 febbraio, e questi due eventi dovrebbero quantomeno far drizzare le antenne a chi ci governa. Si chiamerà MoPi
E’ risaputo che valorizzare un patrimonio culturale crea indotto e non solo turistico, basti pensare al binomio Germania-Birra, e la pizza italiana ha tutte le carte in regola per essere elevata a orgoglio e vanto nazionale.

Ben vengano dunque gli attestati elargiti ai vari Gino Sorbillo, Enzo Coccia, Ciro Salvo, Fabrizio Marzo ecc.. ( ci scusino i tanti professionsti dimenticati)

Promuovere la pizza italiana con interventi mirati e sostanziosi, vuol dire anche valorizzare le tantissime pizzerie italiane sparse per il mondo, a beneficio del nostro export.

Infatti, se ad esempio un titolare volesse promuovere la propria pizzeria in una ipotetica “guida alle vere pizzerie italiane”, dovrà dimostrare di far uso di almeno questi prodotti italiani: olio, mozzarella, pomodoro e farina.

Pizza.it sta lavorando ad un progetto che prevede appunto una guida che accompagni gli avventori nelle migliori pizzerie italiane di tutto il pianeta.

Per ordinare una qualsiasi pizza a domicilio chiunque può rivolgersi a Domino’s a Justeat ecc..

Chi invece pretende il meglio, cioè una vera pizza italiana, non dovrà fare altro che consultare l’app di Pizza.it

Noi ci crediamo. W la pizza italiana

Lascia un commento

Nessun commento presente

Altri articoli

Campionato del mondo di pizza 2024-Risultati e classifiche delle varie discipline

Per la categoria Pizza Classica l’ha spuntata su tutti la bergamasca Giulia Vicini della “Pizzeria Giuly”  di Castelli Celepio (Bg). La 31°...

Continua

Terremoto a L’Aquila: Pizza.it e i pizzaioli nelle tendopoli per 21 giorni ( foto e video)

Una vicenda che ha colpito anche l’universo della pizza, e che ha fatto scattare, anche in questo caso, la molla della solidarietà. Nella notte tra il 5...

Continua

Sergio Miccù è morto.

La notizia della morte di Sergio Miccù è  rimbalzata in rete questa mattina. Il presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani ha cessato di vivere...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Offro Lavoro
La pizzeria Magari, situata nel centro di Stoccolma (SVEZIA), cerca pizzaiolo anche prima esperienza, volenteroso, capace di muoversi in città, capace di lavorare in team, voglioso di imparare qualche nuova tecnica, con possibilità di lavoro a TEMPO INDETERMINATO dopo 6 mesi di prova. Tutto retribuito (ore extra, straordinari, mance) e in busta paga. Possibilità di crescita in azienda. Per info contattare Nicolas al numero whatsapp +46722725293. la pizzeria si chiama Magari, potete cercare su instagram @magari.pizza
18/04/2024
Offro Lavoro
Cercasi pizzaiolo per lavoro molto dinamico in chiosco take away. Aambiente serio e raffinato, orario flessibile e paga adeguata. Per ulteriori informazioni tel al 3807940264. Città di lavoro Bolzano posizione centrale.
18/04/2024
Offro Lavoro
Buongiorno, cerchiamo un pizzaiolo per la stagione estiva (da metá maggio a fine settembre) Siamo in Portogallo, piú precisamente sull’isola di São Miguel – Azzorre. Il nostro locale non é molto grande. Solo nelle serate di punta sforniamo um massimo di 100 pizze. Lavoriamo con forno elettrico. Ci serve qualcuno che abbia sufficiente esperienza per gestire in autonimia il turno di lavoro. Alloggio disponibile. Canale di preferenza per chi parla portoghese (ma non é assolutamente un reauisito fondamentale) Per chiarimenti e contatti restaurante.osm@gmail.com Avevamo giá pubblicato questo annuncio alla fine di febbraio, e tramite questo stesso sito credevamo di
17/04/2024

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.

Translate »