Aprire una pizzeria: Adempimenti amministrativi

Decreti legislativi, normative, iscrizioni necessarie per la somministrazione di alimenti e bevande

Dal 24 aprile 1999, con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 31/03/1998 n. 114, per esercitare l’attività di commercio al minuto (compreso il commercio su aree pubbliche) e di commercio all’ingrosso non è più prevista l’iscrizione nel Registro Esercenti il Commercio (R.E.C.): le verifiche dei requisiti morali e professionali (questi ultimi solo per il settore alimentare), previsti per esercitare il commercio, sono effettuate direttamente dai Comuni. Per il commercio all’ingrosso le verifiche vengono effettuate dalla Camera di Commercio quando la ditta si iscrive nel Registro delle Imprese.

Il Dlgs 114/1998 ha ridotto le specializzazioni merceologiche a due: settore alimentare e settore non alimentare. L’essere stati iscritti al R.E.C. – settore alimentare- è uno dei requisiti per esercitare l’attività del commercio di alimenti al minuto e all’ingrosso fino al 23/04/2004.

Attualmente l’obbligo di iscrizione al REC rimane soltanto per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande (bar, ristoranti, pizzerie, mense ecc.) regolata dalla legge 25/08/1991 n. 287.

Hanno pertanto l’obbligo di iscrizione al REC i soggetti che vogliano intraprendere tale attività sia che operino come persone fisiche (ditte individuali) sia che si organizzino costituendo una delle società previste dal codice civile.

Si ricorda, qualora l’attività venga svolta con la costituzione di una società, che la medesima dovrà essere iscritta al Registro delle Imprese e dovrà prevedere nel proprio oggetto sociale l’attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Dal 5 maggio 2001 non occorre più l’iscrizione al REC per la somministrazione di alimenti e bevande quando l’attività è svolta all’interno di attività ricettive. Il rilascio dell’autorizzazione comunale abilita ad effettuare unitamente all’attività ricettiva, la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande alle persone alloggiate, ai loro ospiti ed a coloro che sono ospitati nella struttura ricettiva in occasione di manifestazioni e convegni organizzati.

SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE: DEFINIZIONE

La legge di riferimento per il settore, come abbiamo detto, è la L. 287/91; per somministrazione al pubblico di alimenti e bevande si intende la vendita per il consumo sul posto, che comprende tutti i casi in cui gli acquirenti consumano i prodotti nei locali dell’esercizio in una superficie aperta al pubblico appositamente attrezzati. La medesima legge si applica anche alla somministrazione al pubblico di alimenti e bevande effettuata con distributori automatici in locali esclusivamente adibiti a tale attività.

GLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI

In sintesi, gli adempimenti amministrativi per l’apertura di un pubblico esercizio sono i seguenti:

Iscrizione al R.E.C. presso la Camera di Commercio nella cui circoscrizione la persona fisica ha la residenza o, in caso di società; la sede legale;
Autorizzazione amministrativa del Comune. Se viene rilevata un’attività già esistente non dovrà essere richiesta nuova autorizzazione amministrativa ma voltura dell’autorizzazione preesistente.
Entro 30 giorni dall’apertura dell’attività l’esercente deve comunicare l’inizio attività presso i seguenti uffici:
all’Ufficio IVA, indicando la data di inizio dell’attività;
al Registro delle Imprese, tenuto dalla Camera di Commercio;
all’Ufficio I.N.P.S., per iscriversi per il pagamento dei contributi pensionistici e previdenziali.
Per svolgere le attività di commercio di alimenti e bevande e la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande il personale addetto alle vendite alla manipolazione e alla preparazione di alimenti deve essere munito del libretto di idoneità sanitaria (compresi il titolare dell’esercizio e tutti coloro che prestano la propria opera nell’esercizio).

Per l’apertura di attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande (ristoranti, trattorie, mescite, caffè, osterie) nonché per l’attività di produzione, confezionamento e preparazione di alimenti occorre l’autorizzazione sanitaria rilasciata dal sindaco su parere favorevole dell’ufficiale sanitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy come da pagina interna del sito.

Nessun commento presente

Altri articoli

Briatore e la pizza. Tensione con i pizzaioli dopo l’ultima polemica sul prezzo di vendita

“La pizza a 4 euro? Si vede che San Gennaro li aiuta a pagare i fitti, i contributi.” Dopo le polemiche innescate da Briatore arriva la risposta...

Continua

TUTTOPIZZA-A NAPOLI LA FIERA DEDICATA ALLA PIZZA

LA FIERA DOVE LA PIZZA E’ PROTAGONISTA. L’EVENTO SI SVOLGERA’ ALLA MOSTRA D’OLTREMARE DI NAPOLI DAL 23 AL 25 MAGGIO. PIZZA.IT E’...

Continua

Pizza senza lievito: sperimentato il metodo all’Università Federico II di Napoli

L’uso della reologia per preparare l’impasto della pizza rinunciando al lievito. L’esperimento, il cui procedimento è stato pubblicato ieri...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Offro Lavoro
Cerchiamo da subito pizzaiolo per pizzeria con forno a legna a Savognin Svizzera, vicino a St. Moritz. Alloggio disponibile. www.hotel-romana.ch 0041 81 684 15 44
08/08/2022
Cerco Lavoro
Salve mi chiamo Gianluca e ho 47 anni sono un pizzaiolo lavoro con qualsiasi forno. Sono una persona dinamica e volenterosa. 351.8665363
07/08/2022
Offro Lavoro
Si ricercano con urgenza le figure di un pizzaiolo e di un banconista professionisti, per l’inserimento nell’attività di ristorazione presso pizzeria artigianale lievito madre roma balduina. Requisiti necessari: 8 1) diploma di scuola secondaria superiore 2) titoli di studio inerenti alle attività professionali richieste 3) attestato aggiornato di certificazione HACCP 4) OTTIMA CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA 5) disponibilità a lavorare anche nei giorni festivi e su turni fissi 6) esperienza pregressa 7) NON FUMATORE!!! Per candidarsi inviare Curriculum Vitae con foto, riportate esperienze e competenze acquisite, al seguente indirizzo di posta elettronica: lievitomadresrl@gmail.com
05/08/2022

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.

Pizza S.r.l. – Corso Cefalonia, 22 – 63900 Fermo (FM)
P.I. 01431900446 – tel. e fax +39 0734 671039

Copyright © 2021 Pizza.it All rights reserved.