A Capodarco si va a scuola per apprendere i segreti di una buona pizza

Concluso il corso base per aiuto-pizzaiolo di Aprile 2010. In giuria anche il Vice Sindaco di P.S. Giorgio ed il segretario del Sistema Turistico Locale

Si è concluso venerdì 23 Aprile il corso di formazione professionale per aiuto-pizzaiolo, (GUARDA IL VIDEO) al quale, come di consueto, hanno aderito allievi seriamente intenzionati ad apprendere una professione ricercata e ben retribuita, ed anche per garantirsi l'importantissima visiblità internazionale che il sito Internet della scuola (www.Pizza.it) offre loro.
Ma, a questa sessione di Aprile, ha partecipato anche chi ha inteso intraprendere il percorso formativo, promosso dalla Pizza.it School di Capodaro, per pura passione amatoriale.

Il "corso base" appena concluso ha fornito agli allievi l'approccio alla conoscenza dei lieviti, delle farine e di un tipo di impasto; molte ore sono state dedicate alle lezioni tecno-pratiche con i dischi di pasta, e le attività esercitative del corso hanno trasmesso allo studente anche la conoscenza e la capacità d’applicazione degli strumenti necessari per produrre una pizza.
Gli allievi pizzaioli hanno affrontato l'esame con molta determinazione di fronte alla giuria composta dal Vice-sindaco di P.S Giorgio Attilio Panichi, dal Prof. Massimo Temperini (Liceo Classico "A. Caro"), Valentino Medei (Segr. del Sistema Tursitico Locale ), i titolari del Salumificio Funari, Basilio Ciaffardoni (Vic.pres Cogepa) Dott. Fabrizio Mignani ( Cons. Marketing-Pizza.it).
I nove allievi che hanno favorevolmente impressionato la giuria sono:
Lazzaro Argiolas(Quartu Sant'Elena), Claudio Cioffi(San Ferdinando di Puglia),
Aniello Novella(Bollate-MI), Alexei Gnatov(Mosca), Pierangelo Cioffi(San Ferdinando di Puglia), Mirco Pieralisi(Chiaravalle-AN), Lorenzo Stortoni(Civitanova Marche), i fermani Emilio Del Bianco e Paola Fermani.


Mirco Pieralisi


Lazzaro-Argiolas


Pierangelo Cioffi


Emilio Del Bianco


Alexei Gnatov


Aniello Novella


Paola Fermani


Claudio Cioffi


Lorenzo Stortoni