Coldiretti propone la prima pizza Doc firmata da agricoltori

Scopo dell'iniziativa è combattere il falso made in Italy


Arriva la prima pizza Doc firmata dagli agricoltori che aiuterà a scoprire le false pizze made in Italy.
Quella che la Coldiretti ha definito l´”l´operazione verità” sul prodotto più consumato fuori casa dagli italiani, parte da Napoli, la capitale mondiale della pizza, dove domani, alle ore 10,00 presso il Grand Hotel Vesuvio, saranno preparate e messe a confronto una “vera” e una “finta” pizza italiane.
L´iniziativa, spiega la Coldiretti, nasce con l´obiettivo di “aiutare i cittadini a scegliere consapevolmente” e svelare “dal vivo gli inganni che troppo spesso si nascondono dietro la preparazione delle pizze vendute come italiane”.
Sono numerose, infatti, denuncia la Coldiretti, “le minacce che mettono a
rischio l´autenticità di un prodotto simbolo della cucina italiana che fonda il suo successo sul rispetto delle tradizioni e sul legame con il territorio”.
La prima pizza firmata dagli agricoltori, assicura Coldiretti, “garantisce l’origine nazionale di tutti gli ingredienti utilizzati oltre al rispetto del disciplinare per la pizza napoletana Sgt (specialità tradizione garantita)”, in corso di riconoscimento da parte dell’Unione europea.

Il disciplinare, ricorda l’associazione, “prevede, oltre agli imprescindibili pomodoro, mozzarella di bufala Dop o mozzarella Stg, olio extravergine d’oliva e origano, rigororosamente italiani, un diametro non superiore ai 35 centimetri, il bordo rialzato tra 1 e 2 centimetri e una consistenza insieme morbida, elastica e facilmente piegabile ‘a libretto'”.

Il costo degli ingredienti per la pizza ‘Doc’ firmata dagli agricoltori “rimane abbondantemente sotto i due euro”, e quindi, garantisce l’organizzazione, “non rende necessario alcun ritocco dei listini in pizzeria”.
La presentazione della pizza, firmata dagli agricoltori che ne garantiscono l´originalità degli ingredienti, avverrà nell´ambito del meeting dei direttori Coldiretti provenienti da tutte le regioni italiane con il presidente nazionale Sergio Marini.

ULTIM’ORA: La Fipe dice no alla pizza Doc della Coldiretti.
Secondo il presidente Fipe, Lino Enrico Stoppani, ognuno deve fare il proprio mestiere, anche per non aggiungere altra confusione al consumatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy come da pagina interna del sito.

Nessun commento presente

Altri articoli

TUTTOPIZZA-A NAPOLI LA FIERA DEDICATA ALLA PIZZA

LA FIERA DOVE LA PIZZA E’ PROTAGONISTA. L’EVENTO SI SVOLGERA’ ALLA MOSTRA D’OLTREMARE DI NAPOLI DAL 23 AL 25 MAGGIO. PIZZA.IT E’...

Continua

Pizza senza lievito: sperimentato il metodo all’Università Federico II di Napoli

L’uso della reologia per preparare l’impasto della pizza rinunciando al lievito. L’esperimento, il cui procedimento è stato pubblicato ieri...

Continua

Pagare la pizza in Bitcoin ora si può

La più famosa moneta virtuale fa il suo esordio in pizzeria e tra le prime attività disponibili ad accettare il pagamento della pizza in Bitcoin non poteva...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Offro Lavoro
Cercasi per locale nei pressi di Landeck (Tirolo – Austria) un pizzaiolo. Forno elettrico e mole di lavoro accettabile. Se interessati telefonare allo 00436605225402 (Johannes). Il titolare non parla italiano. Tedesco o inglese sarebbero opportuni in fase di colloquio. Grazie
20/05/2022
Offro Lavoro
Buongiorno, cercasi PIZZAIOLO per la Francia (Deauville) Volo diretto da Olbia per Deauville – Ristorante italiano – Pizze tonde e pizze al metro – Anche prime esperienze – Forno elettrico – Stipendio: 2200/2500 euro + vitto e alloggio – Contratto: possibilità di annuale – Requisiti: saper gestire il reparto pizzeria da solo in autonomia – Inizio lavoro: Da subito – Colleghi italiani – 60/70 pizze circa al giorno – 1 giorno di riposo – Turno pranzo e cena – Alloggio: camera condivisa in appartamento nuovo a 10 minuti dal ristorante +39 391 37 32 459
20/05/2022
Offro Lavoro
Per la pizzeria a Benicasim in Spagna è richiesto un pizzaiolo professionista. Si offrono buone condizioni di lavoro con vitto e alloggio. Stipendio superiore a € 1800. Teléfono + 34 639447838
20/05/2022

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.

Pizza S.r.l. – Corso Cefalonia, 22 – 63900 Fermo (FM)
P.I. 01431900446 – tel. e fax +39 0734 671039

Copyright © 2021 Pizza.it All rights reserved.