La pizza campana tradizionale fra tradizione e innovazione

Presentata la pubblicazione realizzata dal Prf. Eugenio Luigi Iorio, volta a ribadire l’importanza del recente riconoscimento della pizza STG

Ieri giovedì 8 aprile 2010 alla è stata presentata la pubblicazione “LA PIZZA CAMPANA ARTIGIANALE FRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE“.

All’incontro di presentazione del volume realizzato da Eugenio Luigi Iorio con il contributo tecnico di Cosimo Mogavero, insieme agli autori sono intervenuti Roberto Maturo, Direttore della Confartigianato Salerno, Enza Mauro della Confartigianato Salerno, Rosario Lopa del Ministero delle Politiche Agricole, Francesco Vaccaro, Presidente “QualiParco”, e il giornalista Peppe Iannicelli.

La pubblicazione, nata come naturale epilogo del seminario di aggiornamento professionale per pizzaioli artigiani “La pizza artigianale fra tradizione e innovazione: norme e proposte a confronto” organizzato dalla Camera di Commercio di Salerno in collaborazione con la Confartigianato di Salerno, è una delle tappe di un percorso volto alla formazione e qualificazione degli operatori e conseguentemente allo sviluppo economico e alla promozione del territorio.

Partendo dall’analisi delle norme che nel tempo si sono susseguite a tutela della pizza tradizionale artigianale – ha esordito Eugenio Luigi Iorio – il libro vuole accompagnare il lettore in un viaggio ideale quanto originale alla scoperta dei “segreti” che la “regina della tavola” porta con sé da millenni (solo se consideriamo la lievitazione o la cottura del disco di pasta), con un occhio attento alle implicazioni sensoriali e sociali di questo straordinario prodotto-simbolo della nostra dieta mediterranea.

Il volume – ha aggiunto Cosimo Mogavero – intende ribadire, ancora una volta, l’importanza del recente riconoscimento della pizza STG (specialità tradizionale garantita) che, insieme alla norma UNI 10791:98, non rappresenta un ostacolo alla creatività e alla libertà di interpretazione del pizzaiolo ma offre a questi una fonte e una sintesi certa, verificata e approvata, di un metodo artigianale che è espressione della tradizione campana, a tutela di tutti gli operatori della filiera della pizza.

A questo proposito Rosario Lopa ha evidenziato che in questo modo “abbiamo stabilito un principio: tutti possono fare la pizza ma per fare la pizza napoletana STG bisogna rifarsi al disciplinare di produzione” e ha messo l’accento sull’importanza di questa certificazione in quanto “tutela non solo il prodotto finito ma anche la ricetta e quindi la tradizione e la maestria dei nostri pizzaioli”. Concetto espresso con forza anche da Cosimo Mogavero il quale ha concluso affermando che “non bisogna temere la certificazione poiché la pizza STG non è altro che la pizza di qualità” e “la STG deve aiutare a tutelare e diffondere la nostra pizza anche al di fuori degli ambiti campani e nazionali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy come da pagina interna del sito.

Nessun commento presente

Altri articoli

8 milioni di pizze al giorno. Cresce il consumo in casa

Otto milioni di pizza al giorno al giorno e altri numeri da capogiro. Se è vero, come afferma uno studio della CNA, che il consumo medio procapite è quasi...

Continua

Briatore e la pizza. Tensione con i pizzaioli dopo l’ultima polemica sul prezzo di vendita

“La pizza a 4 euro? Si vede che San Gennaro li aiuta a pagare i fitti, i contributi.” Dopo le polemiche innescate da Briatore arriva la risposta...

Continua

TUTTOPIZZA-A NAPOLI LA FIERA DEDICATA ALLA PIZZA

LA FIERA DOVE LA PIZZA E’ PROTAGONISTA. L’EVENTO SI SVOLGERA’ ALLA MOSTRA D’OLTREMARE DI NAPOLI DAL 23 AL 25 MAGGIO. PIZZA.IT E’...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Cerco Lavoro
salve mi chiamo vincenzo cerco lavoro come pizzaiolo ho 43 anni e 27 di esperienza sono serio e rersponsabile non fumo e non ho vizi uso forno a legna e gas sono interessato solo a persone serie
03/12/2022
Cerco Lavoro
Salve ,cerco lavoro come pizzaiolo con alloggio da solo, ho 35 anni e faccio il mestiere del pizzaiolo da 16 anni, posso lavorare in team ma preferisco lavorare da solo, dell’impasto alla cottura della pizza, esperienza con ogni tipo di forni e impasti , grazie. 327.5965710
02/12/2022
Cerco Lavoro
Pizzaiolo 42Enne Romano,abile con 20ennale esperienza,cerca lavoro fisso o stagionale presso pizzeria in italia o all’estero dove si lavora con pizza classica o Napoletana.Offresi e richiedesi massima serieta’…Grazie!
01/12/2022

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.