A New York diventa obbligatorio segnalare le calorie

Il sindaco Bloomberg è riuscito ad emanare una legge che impone alle catene di ristorazione con almeno 15 sedi negli Usa, di segnalare l’esatto corrispettivo delle calorie contenuto nei cibi serviti.

Che i fast food non siano luoghi di allenamento della salute, è risaputo. Ma da oggi, i newyorkesi che ancora non ne erano a conoscenza o non se ne curavano troppo, ce l’avranno davanti agli occhi.
Il sindaco Bloomberg è riuscito ad emanare una legge che impone alle catene di ristorazione con almeno 15 sedi negli Usa, di segnalare l’esatto corrispettivo delle calorie contenute nei cibi serviti.

Un essere umano adulto necessita di circa mille calorie al giorno. Un hamburger cotto in una catena di fastfood ne contiene anche 1500. Addirittura un’insalata servita a Mc Donald’s o da Starbucks arriva a contenerne più di 800.
Così, il sindaco di New York ha deciso di varare una misura che mira a ridurre il numero dei nuovi obesi e delle persone che potrebbero ammalarsi di diabete. Entro poco tempo, ogni catena di ristorazione dovrà segnalare sul menù o su appositi cartelloni illustrativi quante calorie contengono i cibi, le bevande e i dolci, con la speranza che queste informazioni portino consapevolezza nei consumatori e, progressivamente, le dissuadano a consumare cibi ipercalorici.
All’iniziativa di Bloomberg hanno già aderito alcune catene come Starbucks, Quiznos, Subway, Chipotle, mentre altre come Mc Donald’s, Burger King, Domino’s e Pizza Hut le hanno già dichiarato guerra.
Per il momento, però, esistono due problemi: primo, la misura è confinata alla sola New York e, secondo, gli abituali clienti dei fast food sono già a conoscenza dei danni che il consumo di un McCheese e di una Peperoni Lover’s Pizza provoca.
Con buona pace di Bloomberg e delle catene di fast food.

Redazione Pizza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy come da pagina interna del sito.

Nessun commento presente

Altri articoli

8 milioni di pizze al giorno. Cresce il consumo in casa

Otto milioni di pizza al giorno al giorno e altri numeri da capogiro. Se è vero, come afferma uno studio della CNA, che il consumo medio procapite è quasi...

Continua

Briatore e la pizza. Tensione con i pizzaioli dopo l’ultima polemica sul prezzo di vendita

“La pizza a 4 euro? Si vede che San Gennaro li aiuta a pagare i fitti, i contributi.” Dopo le polemiche innescate da Briatore arriva la risposta...

Continua

TUTTOPIZZA-A NAPOLI LA FIERA DEDICATA ALLA PIZZA

LA FIERA DOVE LA PIZZA E’ PROTAGONISTA. L’EVENTO SI SVOLGERA’ ALLA MOSTRA D’OLTREMARE DI NAPOLI DAL 23 AL 25 MAGGIO. PIZZA.IT E’...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Cerco Lavoro
salve mi chiamo vincenzo cerco lavoro come pizzaiolo ho 43 anni e 27 di esperienza sono serio e rersponsabile non fumo e non ho vizi uso forno a legna e gas sono interessato solo a persone serie
03/12/2022
Cerco Lavoro
Salve ,cerco lavoro come pizzaiolo con alloggio da solo, ho 35 anni e faccio il mestiere del pizzaiolo da 16 anni, posso lavorare in team ma preferisco lavorare da solo, dell’impasto alla cottura della pizza, esperienza con ogni tipo di forni e impasti , grazie. 327.5965710
02/12/2022
Cerco Lavoro
Pizzaiolo 42Enne Romano,abile con 20ennale esperienza,cerca lavoro fisso o stagionale presso pizzeria in italia o all’estero dove si lavora con pizza classica o Napoletana.Offresi e richiedesi massima serieta’…Grazie!
01/12/2022

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.