Nuovi aumenti sulle materie prime, i prezzi di pane e pasta alle stelle

Per il pane l’aumento è del 13,1%, per la pasta del 18,6%.

Continua la folle corsa delle materie prime in campo alimentare e, di conseguenza, continua l’ascesa di prezzi dei principali protagonisti sulla tavola degli italiani. Per il pane l’aumento è del 13,1%, per la pasta del 18,6%.

Non sono ancora finiti gli aumenti dei principali alimenti consumati dagli italiani. Dopo i rincari degli ultimi mesi, che hanno spinto l’inflazione fino all’attuale 3,3%, continuano a salire i prezzi di prodotti alla base della nostra dieta. Il pane viene segnalato in aumento del 13,1%, la pasta del 18,6%, il latte del 10,8%, formaggi e uova dell’8,3% e la frutta del 6,3%.
I motivi di questi forti incrementi sono da ricercare principalmente nell’aumento delle materie prime, che hanno subito una forte accelerazione a causa della sempre più alta domanda. La crescita della popolazione, la mancanza di significative innovazioni e investimenti in campo agricolo, l’utilizzo di materie prime per i biocarburanti sono le macrocause dei nuovi disequilibri.
Così, le ultime ricerche segnalano che le abitudini a tavola, sia a casa che fuori, stanno cambiando. Soprattutto chi è più avanti nell’età – quindi in pensione –, e chi appartiene a fasce di reddito basse acquista meno pane, pasta, latte, frutta, verdura e carni bovine. E’ segnalato, invece, un aumento nei consumi di carne di pollo, uova e olio extravergine di oliva.
Cambiano anche i luoghi di acquisto e di consumo. Ai negozi in centro, i consumatori preferiscono supermercati, ipermercati e i mercati rionali, che stanno lentamente tornando a rivivere. E alla serata al ristorante o in pizzeria, preferiscono una cena a casa, in compagnia di amici o parenti.
Torna d’attualità, quindi, anche la questione ogm, da sempre tenuti a debita distanza da moltissimi paesi in tutto il mondo. Se tra i principali oppositori c’è l’Unione Europea, con la Francia, il paese europeo più agricolo, sugli scudi, si riscontra un aumento dei paesi favorevoli. Tra questi, quelli più avanti nella ricerca e nella coltivazione sono gli Stati Uniti, l’Argentina e il Brasile.
In assenza di certezze sulla natura innocua per la salute di organismi geneticamente modificati, l’unico dato forte rimane l’abbassamento di costi per la coltivazione di ogm.

Redazione Pizza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy come da pagina interna del sito.

Nessun commento presente

Altri articoli

Briatore e la pizza. Tensione con i pizzaioli dopo l’ultima polemica sul prezzo di vendita

“La pizza a 4 euro? Si vede che San Gennaro li aiuta a pagare i fitti, i contributi.” Dopo le polemiche innescate da Briatore arriva la risposta...

Continua

TUTTOPIZZA-A NAPOLI LA FIERA DEDICATA ALLA PIZZA

LA FIERA DOVE LA PIZZA E’ PROTAGONISTA. L’EVENTO SI SVOLGERA’ ALLA MOSTRA D’OLTREMARE DI NAPOLI DAL 23 AL 25 MAGGIO. PIZZA.IT E’...

Continua

Pizza senza lievito: sperimentato il metodo all’Università Federico II di Napoli

L’uso della reologia per preparare l’impasto della pizza rinunciando al lievito. L’esperimento, il cui procedimento è stato pubblicato ieri...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Offro Lavoro
Cercasi Cameriere con esperienza per Ristorante in sud Germania. Serietà e responsabilità. Disponibile anche alloggio. Buona conoscenza del tedesco. +491796064254
26/09/2022
Offro Lavoro
Cercasi pizzaiolo per pizzeria takeaway in Norvegia. Paga intorno alle 20 euro orarie lorde. Disponibilità di una stanza in appartamento condiviso con contributo di affitto. Contattare solo se disponibili nell’immediato. Scrivere su WhatsApp al numero +393408965460.
26/09/2022
Offro Locali e licenze
Opportunità per apertura Pizzeria Ristorante in Bucarest Romania. Opzioni aperte per acquisto o società. Posizione eccellente sul più frequentato mercato in Bucarest. Attrezzature e posizione già tutto pronto a partire. Per contatti amaluigi@yahoo.it +393911030049
25/09/2022

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.