Quasi in 4 milioni di italiani ogni giorno pranzano nei ristoranti, nelle pizzerie oppure al bar

21 milioni lo hanno fatto almeno una volta per ragioni di studio o, soprattutto, di lavoro. I ragazzi preferiscono il fast food

È il risultato di una indagine della Coldiretti, la quale rivela che 3,7 milioni di persone ogni giorno pranzano fuori casa per ragioni di studio o lavoro.

Il mondo cambia, e con esso anche le abitudini alimentari. Se fino a quindici anni fa il pranzo a casa era una costante per la stragrande maggioranza degli italiani, e la mensa una costrizione riservata soprattutto a chi lavorava in fabbrica, oggi pranzare con un panino al bar è un’abitudine consolidata.
A decretarlo è l’ennesima interessante indagine della Coldiretti che, col supporto di Ac Nielsen, fa luce sul fenomeno: 3,7 milioni di persone ogni giorno pranzano lontani da casa, e 21 milioni lo hanno fatto almeno una volta per ragioni di studio o, soprattutto, di lavoro.
I segmenti della popolazione si dividono abbastanza equamente nei vari tipi di locale. Sono soprattutto le donne, lavoratrici dipendenti dai 25 ai 34 anni, a preferire il bar, che rimane il locale più frequentato per un ‘pranzo al volo’. Il ristorante è frequentato in larga maggioranza da uomini sopra i 55 anni, mentre i ragazzi si dirigono principalmente a fast food, mense e, ahinoi, ai distributori automatici.
Forse anche per questa ragione, il prodotto più consumato rimane il panino, seguito dal pasto completo e dalla pizza, che rimane salda al terzo posto.
Cresce anche il consumo delle insalate. Il piatto unico guadagna terreno grazie a molte caratteristiche: è un piatto veloce, subito pronto e rapido da ingerire, è relativamente economico e contiene alimenti freschi e genuini.
Le abitudini cambiano, insomma. E se, per mantenere la linea in lavori sempre più sedentari come quelli davanti al pc, le insalatone sono la soluzione migliore, ci chiediamo come arriveremo a sopportare pranzi sempre più rapidi e scarsi di contenuto. In Italia, i pasti sono sempre stati oltre che dei momenti di ristoro, anche dei momenti di socialità conviviale.
La standardizzazione delle abitudini porterà via anche questa importante peculiarità?

Redazione Pizza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy come da pagina interna del sito.

Nessun commento presente

Altri articoli

8 milioni di pizze al giorno. Cresce il consumo in casa

Otto milioni di pizza al giorno al giorno e altri numeri da capogiro. Se è vero, come afferma uno studio della CNA, che il consumo medio procapite è quasi...

Continua

Briatore e la pizza. Tensione con i pizzaioli dopo l’ultima polemica sul prezzo di vendita

“La pizza a 4 euro? Si vede che San Gennaro li aiuta a pagare i fitti, i contributi.” Dopo le polemiche innescate da Briatore arriva la risposta...

Continua

TUTTOPIZZA-A NAPOLI LA FIERA DEDICATA ALLA PIZZA

LA FIERA DOVE LA PIZZA E’ PROTAGONISTA. L’EVENTO SI SVOLGERA’ ALLA MOSTRA D’OLTREMARE DI NAPOLI DAL 23 AL 25 MAGGIO. PIZZA.IT E’...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Offro Lavoro
Salve, cerco un pizzaiolo in Germania. Forno elettrico, pizza romana, con esperienza. Media pizze 80/100 , vitto e alloggio, 2000 euro. 351.8821833
26/11/2022

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.