Spagna e Italia: paese che vai, olio extravergine che trovi

Sono addirittura 39 le Dop certificate che nascono in Italia a cui si deve aggiungere anche una Igt. Tra le regioni maggiormente premiate dal bollino blu la Puglia, l’Umbria, la Toscana, la Campania, la Sicilia e l’Abruzzo.

Assumono proporzioni sempre più vaste due realtà che certificano l’alto livello di qualità raggiunto da Italia e Spagna dal comparto olivicolo.
Ma se per Spagna l’olio biologico conquista sempre più terreno in tutta Europa, arrivando perfino in Grecia, per l’Italia l’olio extravergine dop e igt ha problemi di visibilità.

La Spagna sta vivendo un momento di grande espansione. Sebbene il suo territorio concentri le coltivazioni ad olivo esclusivamente in due regioni (Extremadura e Andalusia), la produzione è decisamente prolifica. Il mercato dell’olio biologico, poi, vede aumentare il suo successo di anno in anno: ad oggi viene esportato in 31 paesi, e il principale importatore è la Francia con 2 milioni di chili. La sorpresa, però, è nel nome del secondo maggiore importatore di olio spagnolo, ovvero l’Italia. Il nostro paese, pur essendo un grande produttore di olio di qualità, acquista dalla Spagna oltre un milione di chili, quantitativo immensamente maggiore rispetto a quello dell’anno precedente, il 2006, quando i chili importati erano stati poco più che trentamila.
Come mai tanto successo? Il prezzo. In Spagna i costi di produzione sono decisamente meno elevati rispetto a paesi come il nostro, anche a dispetto della qualità.
Ed è proprio la qualità il grande vanto delle olive italiane. Sono addirittura 39 le Dop certificate che nascono sul territorio del Belpaese, a cui si deve aggiungere anche una Igt. Tra le regioni maggiormente premiate dal bollino blu la Puglia, l’Umbria, la Toscana, la Campania, la Sicilia e l’Abruzzo.
Ma per così tante denominazioni di origine protetta, per così tante olive di qualità, i problemi sono tanti: prima di tutto i costi elevati, necessari per mantenere alto lo standard qualitativo, e quindi l’aspetto promozionale. Troppa frammentazione e troppa diluizione sul territorio impediscono una promozione omogenea di oli di qualità che meriterebbero invece grande attenzione. Quella qualità di cui si sente più disperatamente bisogno.

Il falso olio extravergine sequestrato l’altro ieri dai Nas premia la linea intrapresa dall’Italia, che obbliga di indicare la provenienza delle olive in etichetta e che bisogna far rispettare per evitare che in Italia sia spacciato come “Made in Italy” l’olio spremuto da olive spagnole, greche e tunisine. Questo è’ quanto afferma la Coldiretti che ha applaudito l’operazione dei carabinieri dei Nas, volta a smascherare la produzione e distribuzione nazionale, e non, di olio extravergine sofisticato e contraffatto.

Redazione Pizza.it

Lascia un commento

Nessun commento presente

Altri articoli

Bandiera Italiana di pizza di 240 mq- E’ record

L’evento “Bandiera Italiana di Pizza”, tenutosi il 2 giugno scorso a Velletri in occasione della Festa della Repubblica Italiana, ha...

Continua

Il “Premio Nazionale al Merito Sociale 2024” a Umberto Bachetti, AD di Pizza.it

Umberto Bachetti è stato premiato alla 14ª edizione del “Premio Nazionale al merito sociale 2024” patrocinato dalla Presidenza del Consiglio...

Continua

Campionato del mondo di pizza 2024-Risultati e classifiche delle varie discipline

Per la categoria Pizza Classica l’ha spuntata su tutti la bergamasca Giulia Vicini della “Pizzeria Giuly”  di Castelli Celepio (Bg). La 31°...

Continua
Leggi tutti le notizie

Ultimi annunci

Cerco Lavoro
pizzaiolo libero da metà agosto cerco lavoro al sud Germania Baden wurttenberg persona seria pulita collaborativa cerco con alloggio singolo primo contatto inviare qualche informazione riguardo al lavoro posto città nome ristorante orari metodo di lavoro tipo di forno utilizzato alloggio sé disponibile ecc whatsapp 3514403974
16/07/2024
Cerco Lavoro
Salve a tutti, ho 38 anni con più di 20 di esperienza come pizzaiolo, sono alla ricerca di un posto di lavoro per luglio e agosto. Parlo l’inglese, disponibile a spostarmi la settimana entrante. Gestisco la pizzeria in tutto, sono molto pulito e serio. Uso di tutti i forni senza problemi. Stesura a mano, il mio impasto e’ digeribile e croccante. +393791216444 ( NO GERMANIA ) ( NO AUSTRIA )
13/07/2024
Offro Lavoro
La Trattoria de Tarifa, associata AVPN nº866 e da poco entrata nella TOP50 Pizzerie in Spagna, cerca 1 pizzaiolo da affiancare al primo pizzaiolo a Tarifa (Cadiz). Si offre alloggio in stanza singola. Solo persone serie con esperienza e passione per la vera pizza napoletana. Invia il tuo curriculum per mail a latrattoriadetarifa@gmail.com o per whatsapp al +34 678 985 367
12/07/2024

Vuoi aprire una pizzeria?

Se coltivate il sogno di aprire un vostro locale, Pizza.it è pronta ad assisterVi con tutta la sua esperienza mettendo a Vostra disposizione professionisti ed esperti del settore.
Il servizio è gratuito e comincia con l’invio di un semplice form nel quale avete l’occasione di spiegare vincoli ed obiettivi del vostro progetto.

Translate »